Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

TRAGEDIA SFIORATA | Dipendente comunale minaccia di lanciarsi dal balcone

01 / 08 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nella tarda mattinata a San Clemente di Caserta, G.V. di 63 anni, un dipendente comunale ha tentato il suicidio: voleva lanciarsi dal balcone di casa. L'uomo è impiegato all'ufficio anagrafe del Comune di Caserta ed era attualmente in ferie. Rimasto vedovo anni fa, soffre di roventi sbalzi di umore, spesso inizia a cantare ad alta voce, anche durante l'orario di servizio.

Recentemente, dopo un lunghissimo periodo di malattia, che aveva preso dopo una vicenda giudiziaria che lo vedeva coinvolto proprio nell'ufficio in cui lavora, era ritornato in servizio. Di recente si era anche risposato con la sorella di un ex collega. Tutto lasciava credere che stesse bene, psicologicamente aveva ritrovato la sua dimensione, niente lasciava presagire l'intenzione manifestata oggi di farla finita.

Si occupava di pratiche di cambio di residenza ma negli ultimi mesi aveva iniziato ad allarmarsi perché il suo collega più esperto in questo settore, fra venti giorni andrà in pensione, quindi G.V. era molto preoccupato di dover svolgere da solo queste pratiche.

Da indiscrezioni pare che sia stato lui stesso a chiamare i Carabinieri o quantomeno abbia allarmato i familiari, comunicando la sua intenzione di lanciarsi nel vuoto. Per fortuna è stato fermato in tempo: lo hanno sedato, evitando così di portare a termine il suo tragico progetto.

tentato suicidio balcone caserta
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.