Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Elezioni a Caserta, il nome di Paglia rischia di 'bruciare' altri 2 candidati. Il cerchio si allarga

03 / 10 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La notizia circolata dei giorni scorsi e pubblicata in anteprima da NoiCaserta del ragionamento aperto sulla candidatura a sindaco di Caserta di Gianfranco Paglia, ha aperto un dibattito molto accesso soprattutto in Forza Italia. Il nome dell'ex deputato, infatti, 'rischia' di essere il vero collante della coalizione e di chiudere altri percorsi alternativi che, in realtà, non sembrano attrarre granché l'attenzione dei possibili candidati. Ad oggi, infatti, ci sono ancora tante ipotesi sul tavolo che però rischiano di svanire. A partire da quella di Giovanna Petrenga, deputata di Forza Italia, che dopo aver 'perso per strada' la guida di Nicola Cosentino, aveva pensato di poter diventare un punto di riferimento del partito a Caserta e provincia, sognando la fascia tricolore. Un'ipotesi che, per l'ex dirigente reggente della Reggia di Caserta, oggi non fa proseliti nel partito né tantomeno al di fuori di esso. L'unico sul quale sarebbero potuti convergere è quello di Domenico Zinzi, ma la nomina di Paolo Russo a commissario provinciale, con la benedizione di Luigi Cesaro, fa pensare che la strada per Zinzi padre sarà sbarrata, per evitare che l'ex presidente della Provincia di Caserta ed il figlio consigliere regionale prendano in mano le redini del partito a livello provinciale. Ecco perché dunque il nome di Paglia potrebbe fare breccia anche nel cuore dei forzisti che vorrebbero seriamente avere un cambio di passo e di dirigenti, presentando un candidato sindaco che possa essere il simbolo della svolta. Ancor di più in un Comune, come quello Capoluogo, travolto dalle indagini della Dda.

caserta elezioni gianfranco paglia candidato sindaco domenico zinzi giovanna petrenga
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.