Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CASERTA A LUCI ROSSE Scoperto il linguaggio “segreto” tra escort, trans e boss

30 / 10 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Altro scenario a luci rosse a Caserta. Tramite alcune intercettazioni telefoniche si è capito che nell’attività di meretricio esiste un linguaggio segreto tra clienti ed escort, e tra quest’ultime e i boss. Un codice tutto particolare che dall’esterno è difficile da capire. Le intercettazioni telefoniche – contenute nelle 100 pagine dell’ordinanza siglate dal gip Rossi – che maggiormente hanno evidenziato questo criptico codice sono state quelle tra Ornella (da come è emerso era lo pseudonimo di Zuppa) ed alcune meretrici. Le frasi più ricorrenti sono del tipo ” due panini da 100 grammi”, “mezze gambe”, oppure “panini da ritirare”. Il riferimento ai panini all’interno delle conversazioni era continuo: tale termine indicava il denaro che le escort avrebbero dovuto dare per pagare il fitto delle abitazioni in cui svolgevano la loro “attività” . Un altro riferimento continuo era anche “nord” o “sud”, per indicare in quale località si trovavano le case di riferimento; infatti per sud si indicava le alcove di San Nicola la Strada (Caserta Sud) e per Nord si indicavano la zona di Casapulla (Caserta Nord). Soltanto dopo un’accurata indagine dei carabinieri della stazione di Casagiove, si è giunti a scoprire vero e proprio giro di affari illeciti legati ai vizi dei casertani.

caserta scenario Luci Rosse Prostituzione Escort
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.