Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Inchieste sui rifiuti, il Riesame: Di Nardi e Scialdone inattendibili senza riscontri

01 / 11 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


L'imprenditore della Dhi Alberto Di Nardi e l'ex direttore generale del Consorzio Unico dei rifiuti Antonio Scialdone non possono essere considerati attendibili visto che mancano completamente i riscontri 'di fatto' alle loro accuse. E' quanto mettono nero su bianco i giudici del tribunale del Riesame di Napoli che hanno scarcerato quasi tutti gli indagati coinvolti nell'inchiesta Assopigliatutto che ha coinvolto, tra gli altri, il presidente della Provincia Angelo Di Costanzo e gli ex sindaco di Piedimonte Matese e Casagiove, Enzo Cappello ed Elpidio Russo. La Decima sezione del Riesame nelle motivazioni ritiene Di Nardi e Scialdone due collaboratori le cui dichiarazioni devono essere tenute in considerazione, perché anche autoaccusatorie, ma al tempo stesso non sufficienti per "negare la libertà" di imprenditori ed amministratori pubblici senza avere prove di fatto della corruzione messa in atto per gli appalti vinti dalla Termotetti nei Comuni di Piedimonte, Alvignano e Casagiove per la raccolta rifiuti.

caserta inchiesta rifiuti arresti di nardi scialdone
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.