Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Marino vuole creare un suo staff del sindaco, ma resta il nodo economico

17 / 08 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La voglia di lavorare non manca al neo sindaco di Caserta Carlo Marino che sta lavorando anche ad agosto nel suo ufficio del Comune con un'agenda fitta di incontri di lavoro. Anche perché a settembre c'è la necessità di dare una svolta immediata al lavoro della nuova amministrazione comunale che nelle prime uscite pubbliche ha manifestato una difficoltà di tenuta della maggioranza e qualche crepa (vedi anche la gestione della giunta, ancora monca). La nuova idea che sta circolando in queste ore è che il sindaco stia pensando seriamente di creare uno staff che faccia a lui riferimento per poter sgravarsi di un po' di lavoro. Il nodo riguarda in primis il costo. Ad oggi, infatti, appare difficile che un Comune come quello di Caserta che deve ancora uscire dal dissesto finanziario proclamato cinque anni orsono (e con una situazione finanziaria tutt'altro che idilliaca) possa permettersi di creare uno staff da pagare con 4-5 persone da inserire dall'esterno. Questione che è stata valutata da Marino che, infatti, ha ipotizzato di affidare gli incarichi a titolo gratuito (cosa che ha fatto un po' storcere il naso a chi si aspettava di essere retribuito per il lavoro da svolgere). Sui nomi non ci sono certezze, ma solo qualche rumors che vedrebbe nello staff alcuni candidati e personaggi che sono stati più vicini al sindaco in campagna elettorale. I nomi che circolano sono infatti quelli di Carlo Corvino, Mariana Funaro, Edgardo Ursomando Carmine Bevilacqua: i primi tre candidati al consiglio comunale (Corvino e Funaro nei Socialisti, Ursomando coi Verdi), mentre Bevilacqua ha seguito da vicino il lavoro dell'avvocato del Pd nei 50 giorni di campagna elettorale.

caserta sindaco carlo marino staff comune
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.