Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

In calo le donazioni di sangue, a rischio gli interventi chirurgici in ospedale a Caserta

10 / 01 / 2017

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E' iniziato nel peggiore dei modi il nuovo anno per la sanità in Campania. L'esplosione del caso dell'ospedale di Nola, coi pazienti curati a terra dai medici (vedi il video sottostante) è solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso. A Caserta, infatti, non mancano i problemi che fortunatamente riguardano solo in parte l'emergenza letti, sebbene il numero sia spesso inferiore alle richieste degli utenti che quindi, ogni tanto, sono costretti a restare per qualche ora sulle barelle. Ma l'emergenza maggiore che si sta vivendo in questi giorni all'azienda ospedaliera Sant'Anna e San Sebastiano è quella della mancanza di sangue per le trasfusioni. Certificata da una nota che lunedì mattina il direttore facente funzione del Servizio di medicina trasfusionale ha inviato al direttore sanitario nella quale si mette nero su bianco che, a causa del calo vistoso delle donazioni di sangue,  non si è "in grado di far fronte alle richieste di emocomponenti per la chirurgia elettiva e le patologie croniche". Una lettera che è stata seguita immediatamente da una circolare del direttore sanitario ai direttori dei dipartimenti e delle Unità operative complesse nelle quali si specifica che per ogni intervento chirurgico bisognevole di sangue vi è bisogno di una comunicazione preventiva di 48 ore per poter provvedere al reperimento del sangue necessario.

caserta ospedale calo donazioni sangue interventi
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.