Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Pasquale Napoletano: "La mia partecipazione al Nuovo PSI non è in discussione"

26 / 11 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"La mia appartenenza al movimento guidato da Stefano Caldoro, nel segno di una convinta coerenza che deve essere sempre un valore fondante della politica e dei comportamenti personali, non è in discussione. I mesi che ci separano dalle prossime consultazioni elettorali amministrative devono ispirarci a raccogliere e rilanciare le buone pratiche di governo che abbiamo saputo assicurare ai cittadini". E’ quanto afferma Pasquale Napoletano, ex assessore comunale del Nuovo Psi, che già da qualche mese è al lavoro sui temi e i programmi da presentare ai cittadini casertani. "Non intendo partecipare – continua Napoletano - alla deriva verbale che ha colpito più di uno, tra coloro che vengono sollecitati ad esprimere o ad anticipare ipotesi aggregative, spesso non corroborati da alcun precedente e significativo gradimento da parte degli elettori. Ciò che mi interessa, ciò che sto facendo quotidianamente e che intendo perseguire, è il rafforzamento delle ragioni, delle idee e dei progetti dell'area moderata e riformista che il Nuovo Psi rappresenta. In questo senso va anche l'incontro che, con altri rappresentanti del nostro movimento, ho svolto nei giorni scorsi con autorevoli esponenti del Ncd, a conferma del confronto aperto e costruttivo che ha dato fondamento alla coalizione di centrodestra in Campania e dell'intesa che può essere ribadita anche nei prossimi mesi anche con quanti propongono in esso nuove idee e movimenti". "L'autunno e il prossimo inverno – conclude l’ex assessore - passeranno per alcuni nell'affannosa ricerca di un posizionamento elettorale in questa o quella prossima lista, che è poi lo specchio di un interesse che considero troppo limitato, se non già da tempo smaccatamente negativo agli occhi dei cittadini, sempre più coscienti della necessità di distinguere tra coerenza e incoerenza. Io preferisco fare altro, costruire con umiltà e ragionevolezza le condizioni attraverso le quali i cittadini possano conoscere meglio le nostre idee per il governo della città di Caserta e in esse riconoscersi. Iniziative concrete, idee di sviluppo e di crescita fattibili e non faraoniche, per porre i programmi a misura dei bisogni e delle esigenze di quanti saranno chiamati a giudicare i candidati. Alla fine, saranno i cittadini a scegliere, come sempre".

caserta nuovo psi pasquale napoletano elezioni stefano caldoro politica
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.