Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Brancaccio (Psi): "Vertice istituzionale, alcuni dovrebbero studiare l'Abc della politica"

29 / 06 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il delegato nazionale del Partito Socialista Francesco Brancaccio, interviene sulla polemica generata da alcuni candidati del Psi e di Caserta Viva che non hanno gradito che ad incontrare il sindaco Carlo Marino, per discutere di problematiche cittadine, sia stata la delegazione composta dallo stesso Brancaccio, oltre a Michele Farina, rappresentante della lista Caserta Viva, Raffaele Piazza e Aniello Salzillo. Brancaccio dichiara di essere stato invitato, insieme agli altri rappresentanti delle liste di maggioranza, a una riunione politica istituzionale indetta direttamente dal sindaco. Per lui incomprensibile la polemica. “Alcuni di questi candidati fanno come il cavallo a dondolo – dichiara Brancaccio – una volta si sentono socialisti, una volta si sentono Caserta Viva, a seconda di come conviene”. La polemica è tanto più sterile e inutile, secondo il socialista casertano, visto che non sono stati fatti nomi per la giunta, ma si è discusso dei programmi da portare avanti, di impegni da mantenere, del lavoro che aspetta la squadra di governo cittadino nei prossimi giorni. Brancaccio invita i firmatari del ‘documento di protesta’ (Mariana Funaro, Carlo Corvino, Monica Donvito, Ciro Santangelo, Anna Mele, Elisabetta Sequino, Stefano Petrillo, Ernesto Pellegrini, Antimo di Rauso) a iscriversi al Psi, tanto più che il partito può vantare ottimi corsi di formazione e alfabetizzazione politica di cui, alcuni, avrebbero proprio bisogno.

 

caserta polemica socialista incontro marino brancaccio
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.