Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Provincia senza soldi, il presidente ferma tutte le attività pomeridiane

14 / 04 / 2017

|

Alessia Aulicino

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E’ stata inviata in giornata, dal dirigente del settore edilizio della Provincia di Caserta Paolo Madonna e dal presidente facente funzione della Provincia Silvio Lavornia, una comunicazione indirizzata a tutti i dirigenti scolastici delle scuole secondarie di secondo grado, nella quale vengono vietate tutte le attività extra curricolari (nonché quelle a funzionamento a tempo pieno). In pratica, a partire dalle ore 14, orario corrispondente alla fine delle lezioni, le scuole superiori resteranno chiuse e verranno sospesi tutti i gruppi pomeridiani ed i laboratori. La causa è di carattere economico dato che non risultano più disponibili i soldi per pagare le utenze di corrente, gas ed acqua.

Nello specifico la comunicazione riporta: “Ad ogni buon conto appare doveroso e necessario, nell’immediato, adottare provvedimenti che per un verso, consentano una riduzione del rischio potenziale connesso alla perdurante fruibilità degli edifici scolastici e, dall’altro, determinino un decremento degli oneri finanziari a carico dell’Ente (atteso che lo stesso non dispone delle risorse per far fronte alle obbligazioni su di esso gravanti). Nella prospettiva considerata, gli scriventi, nelle qualità rispettivamente rivestite, con la presente nota, da valere ad ogni effetto di legge, dispongono con decorrenza immediata e sino ad eventuale nuova comunicazione, l’interdizione di tutte le attività extra didattiche, nessuna esclusa od eccettuata (ivi comprese quelle a carattere culturale e sportivo), presso gli edificio scolastici, o loro pertinenze, di competenza della Provincia di Caserta.

Non è tardata, ovviamente, la risposta della Rete Informale Genitore Scuole Superiori Casertane, dopo aver appreso in tarda mattinata della notizia, ribadendo che “questo è un vero  fallimento del nostro territorio. Le recenti dinamiche stanno facendo comprendere alla cittadinanza quanto sia incapace il livello gestionale delle istituzioni. Il territorio casertano è considerato in modo minimo ed a un peso specifico a livello nazionale ancora più vicino a numeri negativi. Noi genitori ci battiamo ormai da tempo per scuole sicure ed efficienti, tutelando in una battaglia di civiltà l’istruzione, la formazione e la cultura dei nostri figli. Sarebbe il caso che tutti ci fermassimo a riflettere per fare una scelta chiara e motivata, chiedendo a chiunque di non essere ignavo, perché il domani dei nostri giovani lo stiamo facendo morire noi con il silenzio assordante di questi giorni” 

Caserta chiusura scuole attivita pomeridiane lavornia problemi economici
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.