Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Caserta è la terza città italiana per la raccolta dei rifiuti

24 / 02 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Sono stati diffusi da ReMedia (sistema collettivo italiano no-profit per la gestione eco-sostenibile dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche -RAEE-, rifiuti da impianti fotovoltaici, pile e accumulatori) i dati sulla raccolta dei rifiuti elettronici 2015. 41mila tonnellate, in totale, sono state 'asportate' dalle strade in tutta Italia. Secondo il rapporto, a livello geografico, in testa c'è la Lombardia con 6.511 tonnellate di Raee domestici (generati dai nuclei familiari), pari al 19.5% complessivo nazionale. Seconda c'è la Campania con 3.484 tonnellate. Ma il dato più rilevante è quello relativo alle città. Sul gradino più alto del podio c'è Milano con 2.219 tonnellate raccolte, poi Roma con 2.126 e al terzo posto Caserta con 1.384. Il servizio di raccolta dei rifiuti nella città della Reggia viene effettuato quotidianamente dalla Ecocar Ambiente scarl. “Una giusta gratificazione -spiega il direttore di Ecocar Ambiente scarl Sirio Vallarelli - che ci ripaga di un lavoro svolto sempre con grande costanza ed impegno. Essere terzi in Italia per quantitativi, anche in relazione al bacino di utenza relativamente piccolo, ci fa capire che l'istituzione del numero verde (800-135-221), le tre isole ecologiche messe in campo e le altre iniziative stanno portando i frutti sperati. Ma, ritengo, che il merito più grande di questa vittoria vada attribuito ai cittadini casertani che ogni giorno svolgono la raccolta differenziata. E un plauso è d'obbligo alle maestranze che svolgono il loro compito con grande senso di responsabilità. Grazie a loro oggi riusciamo a primeggiare in Campania e ad essere sul podio in Italia in questa speciale graduatoria”.

 

caserta terza citta italiana raccolta rifiuti
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.