Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La sfilata di Carnevale di Città Viva per chiedere la cura degli spazi sociali

04 / 02 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Sabato 6 febbraio, alle ore 15.00, una sfilata di Carnevale, organizzata da Comitato Città Viva, partirà da via Trento per colorare la città tra musica, allegria e voglia di cambiare quello che non ci piace. "Il Carnevale rappresenta l'ironia che smaschera i potenti e così noi vogliamo smascherare chi da anni ci racconta che non ci sono soldi per la cura delle villette di via Avellino, via Arno, via Galilei per poi ostacolare le iniziative popolari di miglioramento, come sta accadendo proprio in via Galilei con la Villetta Giacquinto. Vogliamo smascherare chi continua a tener chiuso e vuoto l'ex asilo di via Barducci e chi ha abbandonato il sottopasso pedonale di via Acquaviva, dopo l'imponente riqualificazione dal basso avvenuta lo scorso anno. Lo facciamo assieme ai bambini e ai ragazzi che popolano ogni giorno il nuovo spazio sociale di via Trento, presso la scuola media Ruggiero, che da novembre è la sede di laboratori gratuiti, di attività finalizzate al Piedibus, di assemblee e feste. Sfiliamo assieme alle famiglie e ai cittadini che contribuiscono a realizzare percorsi di cittadinanza attiva e coi ragazzi del Movimento Migranti e Rifugiati, perché ci unisce la volontà di costruire una città migliore". Il Comitato Città Viva, al momento collocato presso la sede di via Trento, anch'essa riqualificata e sottratta all'abbandono con l'annesso giardino pubblico, è provvisorio, poiché la convenzione di gestione scadrà a luglio. Con la sfilata di carnevale il comitato lancia quindi una richiesta di incontro al commissario Maria Grazia Nicolò, per affrontare e monitorare il problema degli spazi sociali in città ed individuare un luogo pubblico in cui proseguire le attività. "Vogliamo che presso il sottopasso pedonale di via Acquaviva sia ripristinato il servizio di chiusura notturna – fanno sapere i portavoce di Città Viva - per evitare gli atti vandalici, che sia garantita la manutenzione straordinaria oggi assente. Necessitiamo che le villette siano monitorate e curate, che siano aperte e chiuse dal Comune e non da cittadini che, in possesso delle chiavi, discrezionalmente ne gestiscono la fruibilità come invece accade. Chiediamo la stesura di un regolamento comunale condiviso sui beni comuni: uno strumento già operativo ed efficace in tanti Comuni tra cui Napoli, Bologna, Treviso, che permette ai cittadini volenterosi di prendersi cura dei propri spazi".

caserta sfilata carnevale comitato citta viva
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.