Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Marino incontra il nuovo questore: sicurezza e abusivismo commerciale al centro del confronto

03 / 10 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Stamani, presso la sede del Comune, il sindaco Carlo Marino ha ricevuto la visita del nuovo questore di Caserta Antonio Borrelli. Al centro dell’incontro diversi temi di grande attualità, quali quelli più generali della vivibilità e della sicurezza, fino ad arrivare a questioni come la “movida” del fine settimana nelle strade del centro cittadino, o la situazione di abusivismo commerciale che interessa la zona di piazza Cattaneo e piazza Pitesti. Argomento importante anche quello relativo alla gestione del fenomeno dell’immigrazione che sindaco e questore hanno affrontato in maniera costruttiva, discutendo di iniziative da mettere in campo per garantire l’integrazione per i migranti e la sicurezza per l’intera comunità. Su questo tema il questore Borrelli ha maturato una particolare esperienza, avendo ricoperto, dal 2013 al 2014, l’incarico di direttore del Servizio Immigrazione della Direzione Centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere presso il Ministero dell’Interno. “Con il nuovo questore, al quale formulo i miei più sinceri auguri di buon lavoro – ha spiegato il sindaco di Caserta Carlo Marino – proseguiremo l’eccellente e tradizionale rapporto esistente tra la città e le forze di polizia, che sono parte integrante della nostra comunità. Storicamente, e la scuola di polizia ne è la più viva testimonianza, gli uomini e le donne delle forze dell’ordine sono percepiti come una componente fondamentale del tessuto sociale della città. Sono certo – ha concluso Marino – che la collaborazione con la Questura si consoliderà ulteriormente, garantendo a Caserta un importante processo di crescita e sviluppo”.

 

 

 

 

caserta sindaco marino incontro questore borrelli
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.