Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Caso Sosa, bordate di Akindele alla Juvecaserta: "Mi dovevano 75mila dollari, me ne hanno offerti 5mila"

18 / 03 / 2017

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Non si placano le polemiche dopo l'addio di Edgar Sosa ed il botta e risposta tra giocatore e Juvecaserta sui mancati stipendi versati. Sul profilo Facebook ufficiale della formazione bianconera è stato pubblicato l'atto di rescissione firmato da Sosa nel quale si legge la classica frase "nulla a pretendere" che 'coprirebbe' la società dalle richieste della guardia che intanto ha firmato a Beirut. Ma a sostegno del giocatore è arrivato un altro ex Juve, Deji Akindele, che ha scritto: "Tutti i giocatori e gli ex giocatori della Juvecaserta sanno che questo (il documento, nda) è un mucchio di e bugie. La squadra ha fatto la stessa cosa a me quando ho deciso di lasciare a causa della mancanza di pagamenti. Mi chiamarono in tutti i modi e mi ha fatto firmare la stesso liberatoria. Mi dovevano 75.000 dollari, ma mi hanno offerto 5000 dollari. E niente di più. E' un buon motivo per cui i giocatori non vogliono venire a giocare nella vostra squadra e fate sempre una brutta stagione. Sosa ha tutto il diritto di esprimere il suo sentimento e la sua esperienza con una squadra sia in bene che in male. Non ho mai visto un giocatore che parla male di una squadra che lo ha trattato bene ed ha pagato il suo stipendio in tempo".
caserta sport juvecaserta sosa akindele deji
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.