Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Topi in piazza Dante. Ci pensera’ il Comune o dovremo aspettare il pifferaio magico? VIDEO

08 / 09 / 2015

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Passeggiano ogni sera indisturbati in quello che dovrebbe essere il salotto buono di Caserta. Corrono su e giu’ lungo i parapetti dei palazzi di piazza Dante, facendosi ammirare dai passanti e da quanti sostano nel luogo d’incontro per eccellenza della citta’. Sono topi, piccoli ratti che si vedono sbucare dai palazzi. E cosi’, mentre una parte della piazza, grazie all’importante sforzo economico di alcuni commercianti, appare tirata a lucido, l’altra vive in uno stato di abbandono e di scarsa igiene. In un periodo in cui la vicinissima via Mazzini si rifa’ il look, piazza Dante, o almeno una sua meta’, sembra destinata all’oblio. Ci si domanda cosa fara’ il Comune per sanare la sgradevole e antigienica situazione, alla luce della decisione del commissario straordinario Maria Grazia Nicolo’ che, nel tentativo di tagliare i costi dell’ente cittadino, ha praticamente azzerato la voce di spesa prevista in bilancio per il verde pubblico. Si sa che un’incuria degli spazi verdi, con la conseguente mancanza d’igiene, rappresenta un terreno fertile per il proliferare della presenza di topi. Inoltre ci si interroga se vengano realizzate periodicamente delle azioni di disinfezione e derattizzazione, la cui  responsabilita’, con legge statale e’ demandata ai Comuni. Ad ogni modo si auspica che vengano presi immediati provvedimenti dall’amministrazione comunale o tocchera’ sperare nell’arrivo del pifferaio magico che nella favola, grazie alla sua musica, porto’ via con se’ i topi  che avevano invaso la citta’.

caserta topi piazza dante nicolo commissario pifferaio magico
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.