Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Traffico di stupefacenti nel Casertano: decise le condanne per 9 imputati

06 / 12 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il giudice del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Rosaria Maria Aufieri, venerdì scorso ha pronunciato la sentenza a carico di 9 imputati processati con rito abbreviato nell’ambito dell’inchiesta sul traffico di sostanze stupefacenti (cocaina, hashish e marijuana) in provincia di Caserta. Queste le condanne inflitte agli imputati: Giovanni Cestrone 4 anni; Dario Cipullo 5 anni; Francesco Cipullo 1 anno e 2 mesi; Severino De Spirito 3 anni e 8 mesi; Daniele Di Gennaro 3 anni e 6 mesi; Bruno Sannino 3 anni e 6 mesi; Vincenzo Merola 4 anni; Ferdinando Palmieri 4 anni; Francesco Stellato 1 anno. Altri tre indagati (Aufieri, Belvedere e Ciaramella) sono stati assolti nel corso della precedente udienza. Tre sono invece i patteggiamenti. Con il rito ordinario andranno a processo altre 40 persone. Per Francesco Cipullo e Francesco Stellato è stato riconosciuto il beneficio della sospensione della pena. Tra gli imputati c’è anche il giovane Giovanni Cestrone, figlio del compianto Angelo, conosciuto come “l’angelo di Carditello”. Nel corso dell’indagine i carabinieri, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Napoli, hanno scoperto che lo stupefacente, approvvigionato soprattutto a Caivano, veniva trasportato da corrieri mediante l’occultamento su persone o all’interno di veicoli, anche in presenza di minori, utilizzati con lo scopo di eludere i controlli. Decisivi per l’avvio delle indagini sono stati gli spunti forniti da alcuni esponenti del gruppo Fava (arrestati dopo il conflitto con la famiglia avversaria dei Bellagio per il controllo del traffico di droga) che hanno avviato una collaborazione con la giustizia.

 

caserta spaccio stupefacenti casertano condanne imputati
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.