Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Forza Nuova spinge per l’assegnazione di Parco Allocca alle famiglie italiane

10 / 01 / 2017

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"C'è una sola soluzione alla gravissima situazione di disagio delle famiglie italiane del Villaggio Coppola ed è il loro trasferimento a Parco Allocca. Vogliamo che si apra una pagina nuova, di "interesse istituzionale" verso questi italiani abbandonati e chiediamo al sindaco di Castel Volturno che si adoperi con urgenza per fornire a queste famiglie con bambini e disabili un alloggio certo e dignitoso", dichiara Roberto Fiore, fondatore ed esponente di Forza Nuova. "Forza Nuova non starà a guardare e si adopererà per il ripristino dell' ordine sociale in una zona che nel suo stato attuale potrebbe essere equiparata ad una bidonville di una città africana. Nel frattempo apprendiamo con soddisfazione che Solidarietà Nazionale si è messa in moto per fornire alle 20 famiglie italiane un aiuto costante. Sono diverse nel tempo le accorate denunce di Saviano sulla situazione di Castel Volturno: il collegamento fra mafia nigeriana e camorra, la connivenza di questi fenomeni con la politica locale. Eppure Saviano dimentica di attaccare il sindaco di Castel Volturno, città divenuta vera cloaca di mafie ed immigrazione e dove tutte la fantasie politically correct svaniscono di fronte alla realtà di schiavitù sessuale di massa e regime di terrore, instaurato dall' alleanza camorra e mafia nigeriana. Saviano non è più credibile e con lui l' estrema sinistra campana che attraverso centri sociali, traffico di droga e di immigrati è felicemente inserita nel blocco criminale camorrista nigeriano. Se vogliamo una fotografia del caos che Forza Nuova si è impegnata a combattere, è quella di Castel Volturno e del litorale domiziano. Un tempo vera terra dell' abbondanza e della serenità, oggi cloaca infernale dell' alleanza sinistra-camorra-mafia nigeriana".

castel volturno forza nuova parco allocca famiglie italiane
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.