Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Sfruttamento della prostituzione: il riesame accoglie la richiesta della Procura per l'arresto di sei indacati

10 / 04 / 2017

|

Alessia Aulicino

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nel corso di un'accurata indagine coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli ed i Carabinieri della caserma di Grazzanise, è stata avviata un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di sei nigeriani: Mohammed Musah Lawuna (classe '80), Thomas Lee (classe '69), Jhon Cool (classe '81), Comfort Adusei (classe '73), Abduail Issaka (classe '90), Williams Gyan (classe '85) sono stati prelevati dalle Case Circondariali di Santa Maria Capua Vetere, Arienzo, Pozzuli e Secondigliano con l'accusa di associazione di tipo mafioso. La banda, che prendeva di nome di "Eye, No Black Movement" (o anche "Black Axe") faceva parte di un'organizazzione molto più radicata, con una gerarchia ben precisa rispondente ad una base operativa con sede in Nigeria, la quale è riuscita ad espandersi in diversi stati europei ed extraeuropei. L'associazione è finalizzata alla commissione di reati gravissimi, come il traffico e lo spaccio di stupefacenti, sfruttamento della prostituzione, tratta di esseri umani e falsificazione di documenti, ed impone il proprio dominio non solo nelle province di Napoli e Caserta, ma in tutto il territorio nazionale.
Il gruppo di africani è inoltre accusato di aver indotto una giovane donna, loro connazionale, a svolgere attività di prostituzione contro la sua volontà, costringendola a subire ripetute violenze, minacce, danneggiamenti ed estorsioni, forti della loro appartenenza all'associazione mafiosa. Oltre al caso sopracitato, sono stati accolti altri 22 casi di custodia cautelare nei confronti di altrettanti individui gravemente indiziati, all'interno della comunità africana di Castel Volturno, rei anch'essi di aver commesso reati legati allo spaccio di droga, rapine ed estorsione, ma non appartenenti a nessun clan di stampo mafioso.

castel volturno convalida arresto nigeriani prostituzione violenza
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.