Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

MOVIDA VIOLENTA | Gang prende al calci l'auto della polizia, e picchia l' agente: arrestato. IL NOME

05 / 05 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nell’ambito dei servizi straordinari di prevenzione e contrasto predisposti nei luoghi della movida aversana, nella decorsa notte, personale della Polizia di Stato appartenente all’ufficio investigativo del locale Commissariato, ha tratto in arresto CIARMIELLO Giovanni, 21enne, resosi responsabile di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale e di danneggiamento di un’autovettura di servizio.

Nella tarda serata di ieri, gli agenti, nello svolgimento di una mirata attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti in questa via Seggio, notavano 5 giovani italiani che si avvicinavano all’auto di servizio, parcheggiata nelle immediate vicinanze. Improvvisamente e senza motivo alcuno, uno di questi si avventava sulla predetta macchina sferrando calci e pugni provocando danni alla portiera posteriore.

A tal punto, gli operatori intervenivano qualificandosi ma il giovane si scagliava in modo repentino contro uno degli agenti colpendolo violentemente con un pugno. Con molta fatica gli agenti riuscivano a bloccare l’esagitato, in evidente stato di alterazione psico-fisica, che opponeva un’energica resistenza all’arresto tanto da rendere necessario la richiesta di intervento di altro personale. Contestualmente, gli altri giovani che si accompagnavano al fermato riuscivano a dileguarsi per le strade del centro cittadino facendo perdere le proprie tracce.

Il CIARMIELLO, quindi, veniva dichiarato in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa della celebrazione del rito per direttissima fissato per la mattinata odierna presso la Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Napoli Nord

MOVIDA VIOLENTA aversa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.