Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Cimitero di Marcianise, la denuncia dell’ex consigliere Acconcia: 'Nuova cappella in stato di degrado'

09 / 09 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Degrado unito ai disagi del maltempo al cimitero di Marcianise. Lo fa presente l’ex consigliere Pasquale Acconcia con una nota indirizzata al sindaco di Marcianise, alla giunta municipale e all’assessore ai Lavori pubblici:  “Non voglio sottrarvi troppo tempo, il vostro tempo è prezioso, ma voglio sollecitare la vostra attenzione su delle problematiche con l'auspicio che saranno valutate e posto in essere quanto è nelle vostre competenze per risolvere le  stesse. Non onora il rispetto per i morti lo stato in cui versa la Nuova Capella del cimitero di Marcianise dove è  evidente lo stato di degrado e la  totale assenza di interventi di manutenzione sia della muratura e sia della  pavimentazione. Ancora più grave il rischio a cui sono esposti i visitatori allorché sono costretti a districarsi tra presenza di acqua piovana che invade il percorso dei corridoi dove sono posti i loculi della Nuova Cappella. La  presenza di acqua piovana nella Nuova Cappella è in perfetta sintonia con quanto si registra innanzi all'ingresso del cimitero dove in occasione di ogni  pioggia si forma un ‘suggestivo’  lago e non si comprende come tali emergenze sono del tutto ignorate. Sembra decisamente contraddittorio continuare a  realizzare cappelle e loculi e non preoccuparsi di salvaguardare quanto già esistente. Confidando nel vostro impegno mi preme ricordare che il  rispetto per morti sta anche in questo: nel dare ai luoghi del ricordo la  giusta dimensione di decoro e sensibilità e ciò continuamente e non solo in  occasione della ricorrenza della commemorazione dei defunti”.

marcianise cimitero denuncia ex consigliere pasquale acconcia degrado
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.