Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Cocaina per le feste nei locali ai figli di avvocati e professionisti di Aversa, 2 arresti. Guarda le foto

16 / 02 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Smantellata dagli Agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Aversa una centrale di spaccio di sostanze stupefacenti, base operativa per la fornitura di cocaina purissima destinata al mercato dell’Aversa bene.  Nella scorsa notte, a coronamento di mirate ed articolate indagini,  personale della Squadra di Polizia Giudiziaria, coordinata dagli Ispettori Capo Alfredo Vargas e Antimo Diomaiuto, in un’abitazione di Gricignano traevano in arresto Andrea Dello Margio, 26 anni, incensurato, e Francesco Tessitore, 30 anni, alias ‘Ciccio a Minaccia’ responsabili in concorso di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso dell’operazione, a seguito di perquisizione locale venivano rinvenuti appositamente confezionate innumerevoli dosi di cocaina e cobret, pronte per essere spacciate nonché circa 10.000 euro in contanti  provento dell’attività illegale. Il blitz è scattato in un monolocale a Gricignano peraltro  protetto da una porta in ferro chiusa e da una finestra, anch’essa  chiusa e protetta da grate in ferro, oltre ad un sistema di video-sorveglianza, dove vi era parcheggiata, a pochi metri, una Golf di colore grigio metallizzato  condotta da Andrea Dello Margio, che ripetutamente era transitata per le stradine limitrofe. Si procedeva al suo controllo nel corso del quale, all’interno  del vano portaoggetti della portiera lato guida, veniva rinvenuto un involucro  che aveva ricevuto poco prima dopo essere entrato in un monolocale in uso a Tessitore con all’interno venti confezioni di cellophane termosaldate contenenti “cocaina”. Gli agenti avuta la certezza che Dello Margio era un emissario del Tessitore nell’attività di spaccio procedeva all’irruzione presso il monolocale affittato dai due soggetti come base operativa del droga market. Quivi  veniva rintracciato Francesco Tessitore e dopo una minuziosa perquisizione erano rinvenute altre dosi confezionate di cocaina pronte per essere spacciate. All’interno del monolocale, si aveva modo di appurare l’installazione di un  sistema di video-sorveglianza esterno che era perfettamente funzionante in modo tale che Tessitore aveva costantemente modo di notare l’arrivo dei clienti ed eludere eventuali controlli di Polizia. Tale congegno era sottoposto a sequestro e sono stati acquisiti i filmati che riprendono l’attività di spaccio. Di particolare interesse investigativo è la circostanza che  gli operanti, nel mentre eseguivano l’attività di controllo all’interno del monolocale, giungevano sul posto numerosi acquirenti  a bordo di autovetture e motocicli i quali, senza avvedersi della presenza dei poliziotti  perché tutti in abiti civili,  chiedevano loro di acquistare dei  “pezzi”, intesi come dosi di “cocaina”, da tali “Ciccio” e “Andrea consegnando soldi agli agenti.  Gli accertamenti facevano emergere che gli acquirenti erano ragazzi tra i quindici ed i venti anni tutti studenti ed appartenenti a famiglie perbene della media borghesia aversana che, condotti negli uffici del comissariato, ammettevano di trovarsi in Gricignano per acquistare cocaina per consumarla nel corso della  serata in  locali aversani. I ragazzi venivano affidati ai genitori, completamente ignari della vita condotta dai propri figli facendo intendere di non poter più esercitare alcun controllo educativo con aria di  deplorevole rassegnazione.
droga aversa movida arrestato arrestato andrea dello margio
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.