Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Nasce a Mondragone il comitato per il "No al Referendum costituzionale"

30 / 05 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Promosso da Gianni Pagliaro è nato anche a Mondragone in questi giorni il primo Comitato Cittadino per il NO al Referendum Costituzionale,che si dovrebbe svolgere il prossimo ottobre. Tra i promotori del comitato ci sono Silvio Macera, Dario Caprio, Antonio Taglialatela,Giancarlo Burrelli, Giovanni Caprio, Paolo Palmieri, Antonio Patalano. Il Comitato nelle prossime settimane promuoverà iniziative sul territorio e momenti di confronto con l'obiettivo di far conoscere le ragioni del No, di informare adeguatamente i cittadini e di sollecitare la loro partecipazione  al voto. "Diamo, innanzitutto, una prima importante informazione utile - ha esordito Gianni Pagliaro - ovvero il sito di uno dei Comitati- www.iovotono.it- dal quale è possibile attingere ogni informazione sul Referendum e sulle modifiche costituzionali e prendere atto dell'importanza di dire No. Per parlare del Referendum costituzionale del prossimo autunno non si può non considerare in modo intrecciato la nuova legge elettorale, che entrerà in vigore il primo luglio prossimo e la riforma costituzionale. Si tratta di un combinato disposto, ha proseguito il coordinatore del Comitato 'Mondragone dice no' che svuota la democrazia italiana e apre pericolosamente la strada ad un Capo, ad un uomo solo al comando". Ha concluso Gianni Pagliaro: "Per difendere anche nella nostra città,la nostra Costituzione e per evitare pericolose derive oligarchiche e dittature della “minoranza/maggioranza” parlamentare. Iniziamo ad informarci, a recuperare materiali sul sito che vi ho indicato. Noi tutti del Comitato siamo a disposizione per fornire strumenti e materiali e per ogni iniziativa".

mondragone nasce comitato no referendum costituzionale riforma
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.