Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Sindaco corrotto, inizia il processo per Di Nardi. Il Comune vuole costituirsi parte civile

21 / 09 / 2016

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


L'imprenditore di Vitulazio Alberto Di Nardi davanti al giudice per le udienze preliminari Minio del tribunale di Santa Maria Capua Vetere per la 'prima' del processo con rito abbreviato che lo vede imputato per la corruzione dell'ex sindaco del Comune di Maddaloni Rosa De Lucia. L'ex amministratore della Dhi, la società che gestiva la raccolta rifiuti, rappresentato in aula dagli avvocati Dezio Ferraro e Raffaele Russo, ha chiesto il rito alternativo dopo che il precedente gup Nicoletta Campanaro aveva rifiutato la richiesta di patteggiamento. In aula anche gli avvocati del Comune di Maddaloni e dell'associazione Caponnetto che hanno chiesto di costituirsi parte civile. Probabile che la difesa si opporrà visto che Di Nardi ha già pagato all'Ente un risarcimento di 30mila euro. Gli avvocati Ferraro e Russo hanno fatto acquisire anche l'ultima ordinanza di custodia cautelare relativa all'arresto del presidente della Provincia di Caserta Angelo Di Costanzo insieme ad altre 19 persone dalla quale si evince la collaborazione dell'imprenditore di Vitulazio coi magistrati. L'udienza è stata poi rinviata al 19 dicembre prossimo per la discussione.

maddaloni alberto di nardi processo corruzione comune parte civile
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.