Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

UNITI PER GIUSEPPE | Grande successo e divertimento all’ insegna della solidarietà. I NUMERI DI IERI SERA

25 / 07 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Erano in 5mila ieri sera nell’area mercato di via Fuccia a Marcianise per far sentire il loro sostegno a Giuseppe Moriello, distante migliaia di chilometri perché ricoverato a Kansas City. Una distanza accorciata dall’entusiasmo e dal grande cuore dei tanti che hanno reso possibile il grande concerto per il 23enne di Marcianise ‘travolto’ dall’affetto e da una gara di solidarietà per permettere al giovane di provare delle cure sperimentali per la sua forma particolarmente aggressiva di leucemia.

Sono stati raccolti 40mila euro nel concerto di ieri sera con la direzione artistica affidata a I Desideri, mentre l’organizzazione è stata affidata all’Associazione “Mano nella mano con Giuseppe”, costituita dagli amici di Giuseppe Moriello. Una gara di solidarietà riuscita quella del concerto “Uniti X Giuseppe” a cui hanno partecipato migliaia di persone.  Sul palco si sono alternati Nico Desideri, Franco Ricciardi, I Desideri, Rosario Miraggio, Ivan Granatino, Andrea Sannino, Geolier, Nicola Siciliano. A condurre la serata il Dj Gigio Rosa e Gigi Soriani di Radio Marte che hanno fatto letteralmente ballare il numeroso pubblico presente e ringraziato sia gli artisti che i fornitori delle luci e dell’audio che hanno offerto gratuitamente le loro prestazioni. Insomma divertimento come non si vedeva da tempo in città ma senza mai perdere di vista l’obiettivo della serata che era quello di sostenere le spese, per Giuseppe e la sua famiglia, che stanno sostenendo per le terapie di cura presso il “Children’s Mercy Hospital “ Kansas City, Missouri. La raccolta fondi continuerà ancora nelle prossime iniziative già programmate.
giuseppe moriello CONCERTO I DESIDERI
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.