Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Confiscati i beni di Zagaria: il tesoretto creato con appalti pubblici pilotati

18 / 06 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


 Il tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Sezione misure di prevenzione), «accogliendo in parte la proposta avanzate dal Direttore, ha emesso a carico di Zagaria Guido, 45enne di Casapesenna il decreto di confisca beni e l'applicazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, per la durata di 2 anni e 6 mesi e il pagamento delle spese della procedura». È quanto si legge in una nota della Direzione investigativa antimafia, Centro operativo di Napoli. Il valore approssimativo dei beni sequestrati ammonta a circa 700 mila euro. Zagaria, prosegue la nota, «è ritenuto appartenente all'organizzazione camorristica denominata dei 'casalesì. Fin dal 1987 fu oggetto di indagini, assieme al fratello Vincenzo, nonchè ad altri affiliati locali dell' organizzazione camorristica 'Nuova Famiglià. Le investigazioni accertarono che Zagaria Vincenzo e Guido avevano instaurato un autentico clima di terrore e di omertà in Casapesenna, favorendo le infiltrazioni della criminalità organizzata nel settore pubblico e privato, condizionandone le scelte ed i programmi». «Com'è noto -rimarca la Dia- la peculiarità del gruppo criminale dei 'casalesì è la sistematica infiltrazione nel tessuto economico della provincia di Caserta, attuata sia direttamente, mediante la costituzione da parte di appartenenti al clan di attività imprenditoriali finalizzate all'acquisizione di appalti pubblici, sia mediante il controllo di attività economiche facenti capo ad imprenditori compiacenti».
Cronaca Casal di Principe Casapesenna sasha torrisi sasha torrisi Cellole
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.