Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CORONAVIRUS | Il contagio nel casertano non si ferma: altri 3 in un solo giorno. Raggiunta quota 30

12 / 03 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Coronavirus. Nuovi casi ad Aversa, San Prisco e Falciano: 30 positivi nel casertano

Il contagio da coronavirus non si ferma il provincia di Caserta. Altri 3 tamponi sono risultati positivi alle analisi del Cotugno e si attendono le contro-analisi dell'Istituto Superiore di Sanità. I tre nuovi casi sono ad Aversa, Falciano del Massico e San Prisco

AVERSA - Una 71enne è risultata positiva al test per il Coronavirus ad Aversa. Si tratta del secondo caso nella città normanna ma, a quanto pare, non ci sarebbero stati contatti tra i due contagiati. "Ho sentito la nostra concittadina, non ha  febbre e non ha difficoltà respiratorie. Resterà a casa sotto osservazione. A lei ovviamente va tutta la nostra vicinanza e auguri di una pronta guarigione. L’Asl ha attivato immediatamente il protocollo ed attivato l’indagine epidemiologica", ha dichiarato il sindaco Alfonso Golia.

SAN PRISCO - arrivato il referto di un tampone positivo anche a San Prisco. I due test erano stati effettuati sulle due persone entrate in contatto con la presona deceduta e poi risultata positiva (dell'altro tampone ancora non si conoscono gli esiti). "La signora risultata positiva è straniera per cui la difficoltà concreta è quella di riuscire a sapere con chi è entrata a contatto e ad avere notizie circostanziate - fa sapere il sindaco Domenico D'Angelo - Si sta cercando di ricostruire la sua catena di contatti nei giorni precedenti al primo referto di positività, allorquando poi è stata posta in isolamento. Alla luce di quanto scritto, a maggior ragione, si ribadisce ai concittadini di uscire per le sole casistiche previste dal DPCM del 11 Marzo (per andare a lavoro, per fare la spesa alimentare e reperire generi di prima necessità e per cado di necessità). La grande maggioranza della cittadinanza sta rispondendo benissimo, ma arrivano ancora segnalazioni di persone che non si adeguano. La trasgressione a quanto enucleato dal DPCM equivale a un reato penale. Si sollecita la massima collaborazione".

FALCIANO DEL MASSICO - E' il secondo caso di contagio anche a Falciano del Massico. E' stato il sindaco Erasmo Fava a renderlo noto. Si tratta di una persona "appartenente allo stesso nucleo familiare del primo paziente contagiato. È stata attivata l’intera procedura per il contenimento del virus, ricostruendo gli spostamenti degli ultimi giorni del soggetto interessato".

SALGONO QUINDI A 30 i casi già acclarati in provincia di Caserta: 5 a Bellona e 6 Santa Maria Capua Vetere (uno dei quali lavora a Piedimonte Matese); 2 a Mondragone (di cui uno deceduto) e Sant’Arpino; gli altri a Caserta, Cesa, Casal di Principe, Parete, Santa Maria a Vico e San Prisco (quest’ultima è una donna poi deceduta all’ospedale di Caserta) e Falciano del Massico e Portico di Caserta e Aversa, Capodrise e Villa Literno

A questi vanno aggiunti un anziano napoletano, ricoverato dal 2 marzo all'ospedale di Marcianise e risultato positivo al test, e la dipendente, sempre dell'hinterland napoletano, di un'azienda della zona industriale di Carinaro

coronavirus contagio AVERSA FALCIANO DEL MASSICO
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.