Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CORONAVIRUS | I contagi ancora non si fermano: altri 7 tamponi positivi in sette città

24 / 03 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


7 nuovi contagi in mattinata in Provincia di Caserta, che si aggiungono alla donna di Santa Maria Capua Vetere.

Coronavirus, aumentano i casi a Santa Maria Capua Vetere
ncora un caso di Coronavirus a Santa Maria Capua Vetere. Lo rende noto l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Antonio Mirra che ha annunciato il ventunesimo caso in città. Si tratta di un uomo attualmente ricoverato presso l'ospedale di Maddaloni. Si tratta del secondo tampone positivo di giornata dopo quello della 51enne giù ufficializzato nel corso della mattinata. 

Potrebbe interessarti: http://www.casertanews.it/cronaca/coronavirus-uomo-ricoverato-santa-maria-capua-vetere-24-marzo-2020.html

 

C'è un primo caso di coronavirus a San Felice a Cancello. Il sindaco Giovanni Ferrara ha già emesso ordinanza di quarantena e sorveglianza attiva per il paziente e la sua famiglia. “Le sue condizioni sono discrete, era già in isolamento insieme alla famiglia” ha affermato Ferrara che ha parlato anche del presidio ospedaliero di San Felice. “La situazione è tranquilla, continua a funzionare come prima”. Relativamente alla chiusura dell’ufficio postale di Cancello Scalo, Ferrara ha chiarito che la decisione si è resa necessaria perché “una persona che vi lavora è risultata positiva al Covid-19”.

In mattinata arriva anche la comunicazione di una donna contagiata anche a San Nicola la Strada. A darne notizia è stato il sindaco Vito Marotta. “Ho avuto modo di sentire telefonicamente il direttore sanitario dell’ospedale di Maddaloni, dove è ricoverata la donna. Le sue condizioni sono buone: non è una paziente critica ed è in degenza nel reparto di Medicina. Stamane ho sentito anche i familiari: hanno rispettato fin dall’inizio del mese di marzo il protocollo sanitario. In via precauzionale abbiamo chiesto all’Asl di eseguire i tamponi anche ai familiari. E’ nostra volontà seguire da vicino tutta la vicenda, ma soprattutto di offrire la nostra disponibilità per ogni tipo di esigenza”.

Un altro caso positivo al coronavirus a Castel Volturno. Si tratta di un uomo di 61 anni che vive da solo e che da circa 15 giorni è stato posto in isolamento dal medico curante. “Solo stamattina è arrivato il responso del tampone - ha affermato il sindaco Luigi Petrella - ha ormai è senza febbre da circa 5 giorni. Per quanto riguarda gli altri, marito e moglie non hanno più febbre, mentre si attende ancora il responso per l’altro membro della famiglia. Anche gli altri due casi sono monitorato e per il momento non preoccupano le loro condizioni di salute”. Si tratta del sesto caso a Castel Volturno, uno dei quali è purtroppo deceduto.

Inoltre, il primo caso a Casapulla. A renderlo noto è stato il sindaco Renzo Lillo che ha spiegato: "L’unità di crisi regionale mi ha informato circa l’esito positivo di un tampone fatto ad una nostra concittadina. Dalle prime ore di questa mattina, in collaborazione con l’Asl, stiamo ricostruendo la rete familiare e dei rapporti della signora. Vi aggiornerò sugli eventuali sviluppi, intanto chiedo a tutti di essere ancora più collaborativi, più responsabili e più attenti".

Infine, un secondo tampone positivo al Covid-19 a Casal di Principe. Si tratta, ancora una volta, di una donna, che è risultata affetta da coronavirus che che la prima paziente è stata dichiarata ufficialmente guarita. A dare conferma della positività è stato il sindaco Renato Natale: “Attualmente è ricoverata, mentre sono state già attuate tutte le misure di contenimento previste in questi casi, con la quarantena dei suoi conviventi. Il Servizio sanitario sta valutando tutti i possibili contatti per gli ulteriori interventi. Il virus è fra d noi e se vogliamo sconfiggerlo dobbiamo mettere in atto tutte le misure che ci richiedono le autorità da settimane, innanzitutto stare in casa. Intanto auguriamo a questa nostra concittadina di poter superare la malattia e tornare a casa, così come è già avvenuto con l'altra positiva”.

C'è il primo caso di anche a San Marco Evangelista. Si tratta di una donna di 54 anni che nella serata di domenica si è recata in ospedale con sintomi, febbre e tosse. Da lì si è attivato il protocollo con il tampone effettuato il cui esito è stato positivo. "L'ho sentita telefonicamente e sta bene - conferma il sindaco Gabriele Cicala - E' stato attivato il protocollo con i familiari che sono stati messi in quarantena obbligatoria e la protezione civile che fornirà loro i beni di prima necessità. Ribadisco che la donna è ospedalizzata ma sta bene, non è in pericolo di vita".

 

SALGONO QUINDI A 152 casi già acclarati in provincia di Caserta:

20 Santa Maria Capua Vetere (di cui 2 deceduti);

14 Caserta (di cui 1 deceduto);

6 Castel Volturno (di cui 1 deceduto)

6 Francolise;

6 Bellona;

5 Mondragone (di cui 1 deceduto);

5 Aversa;

5 Maddaloni;

5 Santa Maria a Vico (di cui 1 deceduto);

5 San Prisco (di cui 1 deceduto);

5 Teverola;

4 Cesa;

4 Orta di Atella;

3 Casagiove;

3 Villa Literno;

3 San Prisco (di cui 1 deceduto);

3 Sant’Arpino;

3 Succivo;

2 Falciano del Massico;

2 Macerata Campania;

2 San Tammaro;

2 Curti;

2 Capua;

2 Grignano d'Aversa;

2 Vitulazio (di cui 1 decesso);

2 Santa Maria la Fossa;

2 Casal di Principe;

1 Carinola (di cui 1 deceduto);

1 Parete;

1 Portico di Caserta;

1 Capodrise;

1 Lusciano;

1 Marcianise;

1 Sparanise;

1 Roccamonfina (di cui 1 decesso);

1 Casal di Principe

1 Teano;

1 Trenola Ducenta;

1 Piedimonte Matese;

1 San Cipriano;

1 Castel Morrone;

1 San felice a Cancello;

1 San Nicola la Strada;

1 Casapulla;

1 San Marco Evangelista

 

 A questi vanno aggiunti un anziano napoletano, ricoverato dal 2 marzo all'ospedale di Marcianise e risultato positivo al test, e la dipendente, sempre dell'hinterland napoletano, di un'azienda della zona industriale di Carinaro

coronavirus contagio
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.