Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CORONAVIRUS | Il virus circola veloce: 13 nuovi contagiati nel CASERTANO. Siamo a quota 82 tamponi positivi

18 / 03 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Comtinua a crescere il numero dei contagiati in provincia di Caserta. Dai test effettuati nella giornata di ieri sono risultati positivi al Covid-19 13 persone (Caserta, Aversa, Maddaloni, Capua, Succivo, Grignano d'Aversa, Cesa, Santa Maria a Vico  San Tammaro, Teverola, Orta di Atella e Curti). I sindaci delle 12 città hanno confermato altri 11 tamponi positivi al coronavirus ad altrettanti cittadini residenti nelle rispettive città.

 

C'è il terzo caso di Coronavirus a Caserta. Una donna è risultata positiva al tampone del Covid-19 e ora si trova sotto osservazione. Le sue condizioni di salute sono comunque buone e per lei è partita la profilassi del caso. Si stanno verificando la filiera dei contatti per accertare che non ci sono stati nuovi contagi.

 

Ad Aversa il positivo al tampone un uomo di 62 anni, lo annuncia Alfonso Golia, sindaco della città normanna.

Nella città dell’agro aversano si tratta del primo caso: è un uomo di 65 anni.“Ho sentito telefonicamente la persona contagiata - ha affermato il sindaco Tommaso Barbato - che, assieme a tutta la famiglia e conoscenti, si sottoporrà alle procedure del caso. Al momento le sue condizioni sono stabili. Invito tutti a stare calmi e, soprattutto, a non avviare nessuna “caccia alla streghe”. Io e le istituzioni competenti siamo già al lavoro per tenere la situazione sotto controllo”.

A San Tammaro, invece, si tratta del secondo caso certificato: è una donna che "appartiene allo stesso nucleo familiare del primo paziente contagiato, abita nella stessa casa - ha spiegato il sindaco Ernesto Stellato .

Il nucleo familiare già è in stato di quarantena e non ha contatti esterni. Il primo paziente è in costante miglioramento. Come al solito non potranno essere diffuse le generalità della persona coinvolta e pertanto invito la cittadinanza a mantenere la calma ed a rispettare tutte le norme di sicurezza messe in atto dal Governo e dalla Regione. Solo seguendo le regole possiamo evitare il diffondersi del contagio. Sono in contatto costante con le Autorità che si stanno occupando del caso”.

 

Coronavirus: 6 nuovi casi ad Aversa, Gricignano, Succivo, Cesa e Santa Maria a Vico

Primi 2 casi di coronavirus a Succivo. Stamattina il sindaco Gianni Colella ha ricevuto la comunicazione dal Dipartimento di prevenzione dell'Asl sulla positività di 2 tamponi effettuati su cittadini succivesi. Si tratta di un uomo e di una donna nati nel 1955, quindi 65enni. Entrambi, in contatto diretto con il Sindaco, sono in buone condizioni di salute e stanno in quarantena domiciliare. Non hanno avuto contatti con l'esterno in quanto stanno in isolamento già da 10 giorni. "Invito la popolazione a non farsi prendere dal panico e di continuare ad osservare, anche più di prima, le indicazioni nazionali, regionali e comunali", ha comunicato il sindaco Colella.

 

Primo caso di positività anche a Gricignano di Aversa. Il sindaco Vincenzo Santagata ha comunicato che si tratta di una persona che lavora in ambito ospedaliero (un uomo che ha 46 anni). L'uomo è già in isolamento domiciliare, ha febbre ma le sue condizioni sono buone. "Spero che si possa riprendere quanto prima", ha detto il primo cittadino. "Non dobbiamo abbassare la guardia, bisogna combattere la diffusione di questo virus, e l'unico modo per farlo è restare a casa. Stamattina ho incontrato il comandante dei carabinieri di Gricignano ed ho parlato col commissariato di Aversa per chiedere ulteriore collaborazione. Ci saranno maggiori controlli, restiamo a casa per il bene di tutti".

 

C’è il terzo caso di positività anche a Cesa. Si tratta di un uomo di 42 anni, da qualche giorno febbricitante, che è stato sottoposto al tampone da coronavirus presso l’ospedale Cotugno di Napoli. A confermare il caso è stato il sindaco di Cesa Enzo Guida che è stato contattato dall’Asl Caserta. Naturalmente anche questo caso dovrà essere riscontrato dall’Istituto Superiore di Sanità.

Secondo caso anche a Curti. Nel video,il sindaco Antonio Raiano:

Confermato anche il secondo caso ad Orta di Atella. Si tratta di una donna nata nel 1968 (quindi 52 anni) che è già in isolamento domiciliare e che aveva fatto il test alcuni giorni fa. L'Asl ha comunicato la positività del tampone al commissario straordinario che guida il Comune di Orta di Atella e alla polizia municipale. E' invece risultato negativo il tampone su un uomo che aveva accusato un forte stato febbrile.

 

Anche una donna 40enne di Capua sarebbe risultata positiva al tampone sul coronavirus. Se confermata la notizia, sarebbe il secondo caso ufficiale dopo quello del 51enne pianista anche lui presente al Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere nell’evento dedicato all’attrice Giuliana De Sio. Stamattina è stato allertato il sindaco Luca Branco che ha provveduto ad emettere le ordinanze di quarantena a carico suo e della persona con la quale convive. Il tampone è stato analizzato all’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta ed in mattinata è arrivato l’esito. E’ stato attivato il protocollo previsto dal sistema sanitario che prevede l’isolamento domiciliare ed i controlli sanitari e da parte della polizia municipale e dei carabinieri per evitare l’allontanamento dall’abitazione.

C'è il primo caso ufficiale di coronavirus anche a Maddaloni. Il risultato del test è arrivato in mattinata dall’azienda ospedaliera di Caserta ed è stato comunicato al sindaco Andrea De Filippo col contestuale avvio del procedimento previsto dai protocolli sanitari.

Si tratta di un medico di 66 anni che svolge attività presso l'ospedale di Marcianise, come ha spiegato il sindaco, "per adempiere al suo dovere è risultato positivo al tampone effettuato. Ho parlato con lui, sta bene e non ha bisogno di andare in ospedale. E' in isolamento con la famiglia".

 

SALGONO QUINDI A 82casi già acclarati in provincia di Caserta:

19 Santa Maria Capua Vetere (di cui 2 deceduto);

5 Mondragone (di cui 1 deceduto);

5 Bellona;

4 Aversa;

4 Francolise;

4 Santa Maria a Vico;

2 Caserta;

3 Cesa;

3 Castel Volturno (alla clinica Pinetagrande, non si sa ancora la residenza)

3 Villa Literno;

2 Sant’Arpino;

2 San Prisco (di cui 1 deceduto);

2 Falciano del Massico;

2 Casagiove;

2 Macerata Campania;

2 San Tammaro;

2 Succivo;

2 Curti;

2 Orta di Atella;

2 Capua;

1 Maddaloni

1 Casal di Principe;

1 Parete;

1 Portico di Caserta;

1 Capodrise;

1 Lusciano;

1 Vitulazio;

1 Marcianise;

1 Teverola;

1 Grignano d'Aversa.

 

A questi vanno aggiunti un anziano napoletano, ricoverato dal 2 marzo all'ospedale di Marcianise e risultato positivo al test, e la dipendente, sempre dell'hinterland napoletano, di un'azienda della zona industriale di Carinaro

coronavirus contagio san tammaro teverola
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.