Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CORONAVIRUS | Sindaco di Aversa aggredito: "L’uomo era a mezzo metro da me quando è stato bloccato da una guardia giurata"

04 / 04 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Brutta avventura ieri mattina per il sindaco di Aversa Alfonso Golia. Il primo cittadino si è recato in piazza Vittorio Emanuele dove, davanti la filiale dell’Unicredit, era in corso un assembramento di persone in attesa di entrare in banca. Dopo aver avuto un colloquio con la direttrice e la rassicurazione che l’afflusso sarebbe stato regolato dalla guardia giurata, il sindaco ha chiesto alle persone in fila di allargarsi e mantenere la giusta distanza di un metro l’uno dall’altro. Qualcuno non ha gradito l’intervento del sindaco e a tentato di aggredirlo, ma è stato prontamente bloccato dalla guardia giurata. Dopo aver sbraitato ancora verso il primo cittadino, l’uomo si è allontanato, prima dell’arrivo della polizia municipale. Anche il sindaco si è avviato verso la vicina casa comunale.

La guardia giurata ha fermato questa persona – ha affermato Golia – che con un tono più agitato degli altri si è avvicinato a me, mentre cercavo di far mantenere la distanza di sicurezza alle persone che attendevano fuori l’istituto bancario. Tutto si è svolto in una manciata di secondi. L’uomo è arrivato a meno di mezzo metro da me e, prima che potesse toccarmi, la guardia giurata è intervenuta. Non ho mai visto questa persona, mai conosciuta. Ha incominciato a urlare verso di me con toni agitati, fino a quando non è stata fermata. Poi sono arrivati i vigili urbani e nei prossimi giorni verranno acquisite le immagini delle telecamere presenti per cercare di risalire alle sue generalità”.

Il sindaco ha così potuto partecipare alla riunione della giunta comunale, che ha deciso misure importanti in favore delle persone affette da disabilità intellettiva e autismo residenti nel Comune di Aversa le quali, più di altre, stanno soffrendo per le restrizioni imposte dai provvedimenti a contrasto della diffusione del Covid-19. Su proposta dell’assessore alle politiche sociali Ciro Tarantino, a queste persone sarà consentito “l’accesso al parco cittadino ‘Pozzi’ e agli spazi della fattoria sociale ‘Fuori di zucca’, in autonomia o accompagnate da un familiare da un caregiver e/o da un volontario”. L’ingresso in queste strutture verrà organizzato secondo quanto disposto dalla delibera di giunta approvata.

coronavirus aggressione alfonso golia aversa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.