Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CORONAVIRUS | "Noi non vogliamo tornare a casa": i due imbecilli di Maddaloni che 'sfidano' la Polizia finiscono alle IENE. IL VIDEO

19 / 03 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Noi non vogliamo tornare a casa”. Due ragazzi sfidano i poliziotti e il video diventa virale. È tutto racchiuso in un filmato da poco più di un minuto registrato da un residente di Maddaloni. In Campania al momento ci sono 640 persone contagiate e già 22 morti. Numeri che forse qualcuno sta sottovalutando, tanto da non rispettare i divieti imposti dal governo. Uno su tutti quello di rimanere nelle proprie case e uscire solo per motivi strettamente necessari.

Ieri però a Maddaloni, si è superato in limite. Siamo in via Napoli, due giovanissimi vengono avvicinati da una pattuglia della polizia. Gli agenti assieme ai carabinieri stanno setacciando le vie per verificare che tutti rispettino i divieti. La coppia di amici viene fermata mentre è all’esterno di una panetteria. Quello che succede è tutto testimoniato in un video registrato da un residente che ha assistito al controllo.

I poliziotti chiedono i motivi per cui sono in giro. I due ragazzi alzano le spalle, uno continua ad addentare una pizza che tiene in un sacchetto. A un certo punto si sente una frase che non lascia spazio all’interpretazione: “Noi non vogliamo rientrare a casa”, urlano. Uno dei poliziotti è costretto a scendere dalla volante e a procedere con l’identificazione dei due giovani. Rischiano una denuncia penale oltre a una sanzione di 206 euro per non aver rispettato il decreto.  

In queste ore di emergenza che non dà segnali di arresto in appena 7 giorni sono già oltre 46mila le persone denunciate per essersi spostate senza un motivo giustificato. Per questo il governo sta valutando un giro di vite alle attività all’aperto che potrebbero essere vietate nelle prossime ore.

 

coronavirus contagio maddaloni iene
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.