Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Crisi al Comune di Caserta, Del Gaudio scrive ai consiglieri: `Serve un patto di stabilità`. A rischio il voto sul bilancio

13 / 11 / 2013

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Una lettera che ha dei destinatari ben precisi che questa volta sono tutti i consiglieri comunali. Una richiesta ufficiale di mettere da parte le tensioni degli ultimi mesi e di chiudere la crisi al Comune di Caserta. E' quella che ha firmato il sindaco Pio Del Gaudio e che ha come destinatari i dieci consiglieri del gruppo dei Federati ( i sette Udc Eduardo Oliva, Antonio Ciontoli, Antonello Acconcia, Pierpaolo Puoti, Domenico Maietta, Luigi Del Rosso e Rino Zullo; i due di Fratelli d'Italia Ferdinando Piscitelli e Luigi Bologna, e l'indipendente Saverio Russo), ma anche le forze di opposizione, alle quali, il primo cittadino, chiede un 'patto di stabilità' per portare avanti la legislatura. Un patto, come sottolinea il sindaco, che "nel rispetto delle appartenenze e del risultato elettorale del maggio 2011, 'vada oltre' e impegni tutte le forze sociali e politiche sane della Città sui temi della crescita e del lavoro". Ed aggiunge: "E’ necessario volare alto oltre le contingenze del momento in nome della governabilità “positivamente percepita” sui temi nobili e condivisi dai cittadini, in particolare dai giovani alla ricerca del loro futuro. Lavoro, ambiente e Terra dei Fuochi, attività sociali, Piano regolatore, programmazione fiscale e tributaria, Policlinico, Macrico, rappresentano, come tra l’altro sottolineato dai cittadini in questi giorni con indimenticabili manifestazioni pubbliche che invitano tutta la politica alla riflessione e a un maggiore impegno, una piattaforma solida sulla quale continuare a lavorare dopo la necessaria approvazione del Bilancio di previsione 2013. E’ un invito urgente ed impellente al confronto serio sulle proposte. E’ soprattutto un invito all’ascolto delle esigenze della Città da trasformare subito in atti amministrativi condivisi con il contributo fondamentale del mondo sindacale, datoriale e associativo nella direzione unica dello sviluppo sociale, solidale, culturale ed economico. E’ un appello chiaro, trasparente e senza equivoci in una stagione difficile che anche a livello nazionale vede prevalere il senso di responsabilità su temi e programmi di interesse collettivo rispetto alle aspirazioni di parte. E’ una proposta che rappresenta l’unica soluzione ideologicamente onesta e politicamente corretta in un periodo di profonde trasformazioni e di crisi". Un invito che arriva a pochi giorni dal bilancio di previsione, un appuntamento fondamentale per il proseguo dell'amministrazione comunale di Pio Del Gaudio che, oggi, dopo settimane di tentennamenti (anche per aspettare le mosse del coordinatore cittadino Giovanna Petrenga), ha deciso di prendere le trattative in mano per evitare brutte sorprese in consiglio comunale sul voto del bilancio. Ma la trattativa non sarà semplice, visto che, anche nell'ultimo incontro di lunedì, il gruppo dei Federati ha ribadito la propria richiesta di azzeramento della giunta con l'assegnazione di quattro posti in giunta al loro gruppo.
caserta comune crisi sindaco sindaco lettera
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.