Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Croce rossa, Santa Maria Capua Vetere non prende la sede provinciale e rischia di perdere anche il nucleo cittadino

04 / 08 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Fino a qualche settimana fa sembrava che la sede provinciale della Croce Rossa ( che oggi è ubicata a Caserta nei pressi della Prefettura ) potesse trasferirsi nella Città del Foro. Ora, invece, Santa Maria Capua Vetere rischia di perdere il nucleo della Croce Rossa cittadina dopo che era andato a gonfie vele il corso di addestramento dei volontari che con molto entusiasmo avevano seguito le lezioni pratiche e teoriche.  Tanto che sembrava scontato che l’Amministrazione comunale mettesse  a disposizione della Croce Rossa una sede idonea per svolgere il meritorio servizio sanitario e sociale. L'allarme è lanciato dall'ex assessore Mario Tudisco: “Quando ero assessore un gruppo di cari amici si rivolse a me affinché dessi loro una mano quantomeno per lo svolgimento del corso propedeutico a cui, in seguito, presero parte numerosi volontari – spiega l’ex delegato del Sindaco Di Muro – con la speranza che successivamente l’Ente di Palazzo Lucarelli  fornisse loro una sede anche provvisoria per svolgere tutti le attività di pertinenza che competono a questa importantissima istituzione. Ma così non è stato. Da qui, il motivo del mio appello pubblico che è rivolto sia alla Amministrazione comunale sia ai privati cittadini: prima che il nucleo della Croce Rossa sammaritana venga smembrato tra Curti e Capua, c’è la necessità impellente di una sede anche estemporanea che consenta alla Croce Rossa di essere operativa e identificabile dalla popolazione dell’Antica Capua. Allo stesso tempo, c’è il bisogno di uno spazio per poter parcheggiare l’autombulanza in dotazione".
Politica S.M.C.V Carinaro Calvi Risorta Calvi Risorta Galluccio
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.