Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Minacce ai lavoratori della raccolta rifiuti dal presidente della società che gestisce il servizio

14 / 10 / 2016

|

Valentina Martinisi

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La Cgil Caserta denuncia degli episodi di minacce e intimidazioni compiute dal presidente della Appia Servizi Srl nei confronti di alcuni suoi lavoratori. Martedì 11 ottobre la Fp Cgil Caserta, insieme alla Fit Cisl di Caserta, avevano proclamato un’assemblea sindacale di due ore che si sarebbe dovuta tenere oggi, per il personale della società Appia Servizi Srl, società a capitale pubblico di proprietà dei Comuni di Curti e Macerata Campania, che gestisce “in house” il servizio di raccolta rifiuti urbani per i due Comuni. Oggi, alle ore 9.00 circa, il segretario provinciale della Fp Cgil Raffaele Maietta, si è recato al cantiere per presiedere l’assemblea ma ha trovato all’ingresso il presidente dell’Appia Servizi Srl, Enrico Munno, che con tono forte, ha minacciato di denunciare tutti i dipendenti che si fossero riuniti in assemblea e ha ordinato il completamento del servizio. “Tale minaccia oltre ad rappresentare un palese comportamento antisindacale, volto a negare un diritto sancito dal CCNL, rappresenta una modalità di rapportarsi con i lavoratori non congrua per ruoli e rappresentanza – dichiarano i rappresentanti sindacali - E’ solo il caso ricordare che questi lavoratori non solo non vedono riconoscere le spettanze contrattuali, due rinnovi economici del CCNL, ma anche gli aumenti periodici di anzianità e il passaggio automatico di posizione parametrale, il servizio di mensa e lavaggio indumenti, ecc. Pertanto, vista la gravità del comportamento avuto dal presidente di un consiglio di amministrazione, chiediamo alle parti in indirizzo (sindaci di Curti e Macerata Campania, prefetto di Caserta), ognuno per il ruolo di competenza, di accertare ed intervenire affinché vengono a cessare comportamenti simili, inspiegabili e senza precedenti in una società pubblica. Infine segnaliamo lo straordinario senso di responsabilità e di rispetto delle maestranze verso i cittadini, che hanno deciso di interrompere l’assemblea e di procedere spontaneamente a completare l’intero servizio di raccolta, nonostante fosse la società tenuta ad organizzarsi”.

curti macerata campania minacce lavoratori rifiuti presidente
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.