Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Da Aversa a Casale per imporre di Natale, Pasqua e Ferragosto: 10 arresti

05 / 06 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Si atteggiano a boss, sfruttando la 'vacatio' venutasi a creare dopo l'arresto dei capi storici della camorra Casalese. Ma la loro strada viene interrotta subito dalle forze dell'ordine che li arrestano. E' successo lunedì (10 arresti a Castelvolturno), si è ripertuto nella notte nel'agro aversano. Altri dieci arresti per estorsione, un nuovo gruppo considerato vicino all'ala della famiglia Schiavone. Si tratta di Umberto, Salvatore e Giuseppe Venosa, rispettivamente di 61, 39 e 67 anni, tutti di San Cipriano d'Aversa, Emilio Mazzarella, 45 anni, di Aversa, Giuseppe D'Ausilio, 40enne di Villa Literno, Mario Maisto, 45enne di San Cipriano d'Aversa, Angelo Compagnone, 43 anni, di Carinaro, Luigi Cirillo, di 44 anni di Aversa, Francesco Vitolo, 50 anni, di Aversa, e Luigi D'Angelo, 37enne di Teverola. Per tutti l'accusa è di estorsione aggravata per avere favorito un sodalizio camorristico.  In una intercettazione, uno degli arrestati, Luigi Cirillo, afferma: «Tengo una imbasciata (un messaggio, ndr) dai compagni di Aversa. Siccome le cose sono cambiate, ogni buon amico tiene tre pensieri all'anno: Natale, Agosto e Pasqua».  
Cronaca Aversa Casal di Principe San Cipriano d`Aversa San Cipriano d`Aversa Santa Maria a Vico
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.