Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Dalla Reggia al Policlinico, Del Gaudio: "Ecco cosa faremo". Vigili, nuove assunzioni. In arrivo 72 telecamere. Buoni spesa per la differenziata

27 / 12 / 2013

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un 2013 di ripresa ed un 2014 di azioni mirate e migliorative. E' questo l'ìinput lanciato dal sindaco di Caserta Pio Del Gaudio nella conferenza stampa di fine anno a Palazzo Castropignano. "L'anno che si chiude dimostra, ancora una volta, la bontà della scelta del dissesto finanziario. E' stata una scelta coraggiosa che ha dato i suoi frutti. Una scelta presa perché il Comune di Caserta non riusciva più a garantire i servizi pubblici essenziali che oggi, invece, sono dati al cittadino". Del Gaudio è soddisfatto del lavoro fatto e ringrazia apertamente la sua maggioranza (rappresentata in conferenza dagli assessori Vincenzo Ferraro, Nello Spirito e Pasquale Napoletano e dai consiglieri comunali Lorenzo Gentile, Roberto Desiderio, Antonio De Crescenzo, Domenico Guida, Massimiliano Marzo, Pasquale Antonucci e Lucrezia Cicia): "Nonostante la normale dialettica interna, devo dire che tutti hanno lavorato per il bene dell'amministrazione comunale". Ma, soprattutto, quello che si sta chiudendo sarà ricordato come l'anno del corno. Ed il sindaco, coscientemente, affronta l'argomento: "E' stata una provocazione per spingere il governo ad interessarsi della Reggia e devo dire che, oggi, i numeri ci danno ragione. Purtroppo, a Natale, l'apertura del palazzo vanvintelliano è stata un flop mentre tantissime persone si sono portate sotto al corno per scattare una foto. Questo è il segno che la Reggia di Caserta sta perdendo il suo appeal ed allora c'è la necessità di un intervento diretto del Ministero ai Beni Culturali per affrontare il problema". Ed in tale ottica il Comune si impegnerà anche a risolvere il problema dei parcheggi dell'ex caserma Pollio e Carlo III, in attesa dell'invasione dell'invasione di turisti prevista per il Forum delle Culture. Il 2014 sarà anche l'anno del Piano urbanistico comunale, all'interno del quale sarà inserito anche il Macrico, "grazie al progetto realistico e realizzabile presentato da Confindustria Caserta relativamente al progetto spaziale sulla scia di quello realizzato a Tolosa in Francia". E collegato al Puc sarà anche il Piano Commercio "che sarà redatto nei prossimi mesi". Sul fronte dei lavori pubblici e, soprattutto, di quelli inseriti nel programma Piu Europa saranno aperti i cantieri relativi alle infrastrutture attorno al Policlinico (appalto già affidato), la bretella di San Leucio per il collegamento diretto alla Variante e la strada di collegamento Casola-Valle di Maddaloni. Ancora in bilico, invece, i 10 milioni di finanziamento per il piano fogne ("attendiamo il via libera dal Ministero") mentre sul tavolo ci sono due importanti project finanzino che riguardano il 'buco' della zona Ex167 e l'area accanto all'ex canapificio, quella che era occupata da paninari ed venditori ambulanti. Sul fronte Servizi sociali sono stati presentati i Pac (piani di azione e coesione) per ottenere i finanziamenti per superare un grave situazione, come ha sottolineato il sindaco, "creata dall'utilizzo maldestro di fondi vincolati". Nel 2014 si metterà mano anche ad un'altra situazione molto delicata come quella del Cimitero, finita al centro di un'inchiesta che ha portato all'arresto anche di funzionari comunali. "Predisporremo un piano regolatore dei cimiteri ed avvieremo anche l'iter per il regolamento della polizia mortuaria". Nel suo lungo intervento il sindaco 'sfiora' solamente il 'caso Casertana', relativo alla situazione del Santa Commaia, che la società del patron Giovanni Lombardi vuole per sé per poterlo utilizzare quale campo di allenamento, mentre il Comune ha provveduto ad indire una gara per la gestione. "Noi cerchiamo di lavorare per poter essere vicino sia alla Casertana che alla Juvecaserta nei rispetti dei regolamenti e delle normative". Altro tema caldo è quello ambientale. A breve il Comune avrà a disposizione 12 guardie ambientali che, come sottolinea il sindaco, "serviranno oltre che a controllare lo sversamento illegale, a spiegare ai cittadini la necessità di fare una buona raccolta differenziata", che potrebbe portare a breve anche ad una premialità con buoni sconti per fare la spesa ("Ma è un'idea sulla quale stiamo ancora ragionando con l'assessore Spirito e che dobbiamo affrontare con Ascom e Confesercenti" ha sottolineato). Del Gaudio poi torna sulla necessità di costruire impianti in città. "Un digestore anaerobico ed impianti per la separazione dei rifiuti sono necessari per poter gestire al meglio la situazione". Sul futuro di Lo Uttaro, invece, bisognerà attendere a breve i risultati della caratterizzazione "mentre stiamo pressando - ha sottolineato il sindaco - sia il ministro Orlando che l'assessore regionale Giovanni Romano affinché sblocchino i fondi per le bonifiche in tempi brevi, visto che noi siamo una delle poche città che è già avanti con la caratterizzazione". Caserta, poi, si appresta a diventare sempre più come una casa del "Grande Fratello", grazie alle 72 telecamere che saranno installate in città che si andranno ad aggiungere ad altri vigili urbani che saranno presi con contratti a tempo determinato nei prossimi giorni.

caserta comune pio del gaudio sindaco sindaco dichiarazioni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.