Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CORONAVIRUS | De Luca minaccia: "Nuovi focolai, misure ancora più restrittive se ci si rilassa"

14 / 04 / 2020

|

Antonio Bruno

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Preoccupazione dalla regione Campania per la presenza di interi gruppi familiari risultati positivi al Covid-19.

A rendere nota la situazione di emergenza è il governatore Vincenzo De Luca: “Il monitoraggio quotidiano dei casi di contagio in Campania, fa rilevare la presenza di interi gruppi familiari positivi. La situazione è preoccupante in alcune realtà della provincia di Napoli, dove nei giorni scorsi si sono registrati comportamenti poco responsabili da parte di gruppi di cittadini”.

De Luca prosegue con un’analisi delle zone maggiormente coinvolte dal fenomeno: “Si registrano 61 casi a Casoria; 58 a Giugliano; 52 a Pozzuoli; 52 a Marano; 49 ad Afragola; 36 a Frattamaggiore e Frattaminore (10), per un totale di 308 contagi. L’Asl Napoli 2 è impegnata in un lavoro straordinario per ricostruire la catena di rapporti avuti dai contagiati, ed evitare la diffusione dell’epidemia. Ma è necessario avere comportamenti rigorosi, e non i rilassamenti che in quei territori si sono registrati, con centinaia di persone in mezzo alle strade. Invito le Forze dell’ordine, le unità dell’Esercito, le Polizie municipali a sviluppare il più rigoroso controllo per contrastare atteggiamenti scorretti.
L’Asl Napoli 1 è impegnata a contenere, con i necessari controlli territoriali, un focolaio di contagio che è emerso nella città di Napoli, nell’area del Vomero. È urgente anche qui, ampliare e rendere rigorosi i controlli”.

Per ora, invece, la situazione resta più sotto controllo nella provincia di Caserta, unica zone dove, al momento, non è stato dispiegato l’esercito né sono stati adottati provvedimenti più restrittivi come quelli di chiusura di intere città come, invece, accaduto nelle province di Salerno, Avellino e Benevento.

In conclusione, il Presidente di regione rinnova le raccomandazioni sul rispetto delle regole anti-contagio e sulla necessità di non abbandonare le proprie abitazioni se non in casi di estrema urgenza: “Dovrebbe essere chiaro a tutti che i comportamenti scorretti offendono e danneggiano la stragrande maggioranza dei cittadini che rispetta le regole con grande spirito di sacrificio. Così come dovrebbe essere chiaro che più si è responsabili, prima finisce questa emergenza. È evidente che il permanere di situazioni di rischio renderebbe inevitabili misure territoriali di quarantena ancora più pesanti”.

coronavirus contagio campania
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.