Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

DEGRADO TOTALE | Il parco antistante la Reggia di Caserta, tra bivacco e 'latrine'

03 / 06 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Al degrado, alla sporcizia, ai sacchetti della spazzatura, ormai i casertani si sono abituati, come se fossero narcotizzati. Senza contare gli schiamazzi di immigrati che utilizzano Piazza Catrlo III come bivacco, accompagnati spesso e volentieri da bottiglie di alcolici abbandonate tra i cespugli, fino a tarda notte. Infine, il sospetto sempre più crescente che quel luogo sia diventato anche un punto di spaccio di droga.

Ecco, questa è Caserta, e questo accade, senza neanche quel minimo di pudore che normalmente si ha nel compiere i propri bisogni fisiologici, c’è che decide di urinare in un parco pubblico, durante una qualsiasi ora del mattino, dinanzi ad un monumento patrimonio dell’UNESCO.

Quello che ne viene fuori è un quadro tutt’altro che rassicurante, soprattutto se si pensa che si sta parlando di un’ area pensata per famiglie, bambini e turisti, invece, si sta trasformando in una vera e propria discarica abbandonata al degrado e all’incuria.

Che non esista, in questa città, un minimo di vigilanza neanche dinanzi ad uno dei monumenti più belli d’Italia è una vergonga. O meglio, sarebbe una vergogna per qualsiasi italiano. Non per noi casertani, oramai abituati a tutto.

reggia caserta degrado piazza carlo 3
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.