Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il sindaco di Caserta: `Pronta la rivolta dei Comuni, il governo scarica tutti i debiti sugli Enti. Ora basta`

15 / 11 / 2013

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un appello alla città, ai sindacati ed alle forze politiche. E' un Pio Del Gaudio che parla a 360 gradi quello che ha aperto la conferenza stampa al Comune di Caserta di presentazione del bilancio di previsione (leggi qui). Quello del sindaco è stato un intervento che, oltre a sottolineare il lavoro portato avanti dall'assessore Nello Spirito e dal dirigente Enzo Cioffi, è andato ben oltre i numeri: "Oggi c'è l'esigenza di spiegare al Paese che c'è una difficoltà enorme, con un governo nazionale che scarica sugli Enti comunali tutte le loro difficoltà. E' bello dichiarare che l'Imu non si pagherà più, se poi si costringe i Comuni ad aumentare le tasse. Io credo che se il governo non accetterà nella Legge di Stabilità i 15 punti che noi abbiamo messo in evidenza come Anci, qualcosa succederà. I Comuni, oggi, incidono sulla spesa pubblica generale, di una percentuale sotto il 10% e non possono pagare per i problemi di altri settori. Ci sono in ballo 3 miliardi di euro per l'Imu che i Comuni non hanno avuto e che non sappiamo se e quando ci verrano dati. Quello che presentiamo oggi è il nostro primo vero bilancio di previsione, che garantisce tutti i servizi pubblici essenziali, tutte le esigenze del cittadino". Il vero problema, oggi, per il sindaco del Capoluogo è riuscire a trovare i numeri per avere il via libera in Consiglio. E lo stesso Del Gaudio lo sottolinea: "E' chiaro che ancora bisogna migliorare la macchina amministrativa. Lo faremo nei prossimi mesi, ma l'importante è approvare il bilancio. Dal giorno dopo l'approvazione del bilancio, ed è questa la scommessa che faccio con la città, noi continueremo a dedicarci ai grandi tempi, dal Puc al Macrico, passando per il Policlinico, il Forum delle Culture ed il Piu Europa, che porteranno a Caserta investimenti per decine di milioni di euro". Sul fronte dei numeri, quello che il sindaco ha tenuto a sottolineare è l'aumento della Tarsu di appena il 5% ("contro il 30% preventivato dall'ex commissario prefettizio Mattei" ha affermato il sindaco) nonostante grandi difficoltà, a partire dall'aumento dell'Iva. Questo che presentiamo è un bilancio onesto. Noi abbiamo tracciato quella famosa linea rossa annunciata in campagna elettorale".
caserta comune sindaco pio del gaudio pio del gaudio rivoluzione
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.