Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Di Muro si leva i sassolini dalla scarpe: "Abbiamo speso un milione in meno rispetto a Giudicianni ed al Pdl..."

27 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Biagio Di Muro, ha predisposto un manifesto per informare la cittadinanza e sgombrare il campo dalle polemiche alimentate da una parte dell’opposizione. Questo è il testo del manifesto: “La facile polemica alimentata da alcuni esponenti dell’opposizione a proposito delle finanze comunali risponde soltanto a esigenze di visibilità di taluni di loro. Non a caso, lo strumento scelto è stato un gigantesco e costoso manifesto, testimonianza del bisogno di “alzare la voce” tipico di chi non ha tante frecce al proprio arco. I fatti però sono questi: il decreto sulla cosiddetta “spending review” prevede 500 milioni di euro di tagli agli enti locali, riducendo drasticamente le risorse a disposizione dei Comuni; otto Comuni italiani su dieci hanno aumentato le aliquote dell’Imu: i tempi sono duri per tutti e Santa Maria Capua Vetere non è situata su un altro pianeta; le stime delle entrate e dei trasferimenti, elaborate dal Ministero, prefigurano un’ulteriore riduzione delle risorse pari a circa 400mila euro per il Comune di Santa Maria Capua Vetere; una correzione, seppur minima e peraltro non ancora decisa, è un fatto inevitabile (così come lo è stato per l’80% dei Comuni italiani). Tanto premesso, i cittadini devono sapere che è falso che ci siano “spese pazze” con incarichi professionali, consulenze e quant’altro. Quest’amministrazione ha tagliato circa un milione di euro di sprechi della precedente amministrazione guidata dal Pdl (con Giancarlo Giudicianni sindaco, ndr): gli incarichi legali sono stati ridotti di circa 230mila euro; gli incarichi a tecnici esterni sono stati ridotti di circa 170mila euro; gli incarichi di consulenza sono stati praticamente ridotti a zero con un risparmio di circa 55mila euro. Le spese aumentate sono quelle relative ai servizi sociali: ricovero minori, ferie estive per ragazzi, soggiorni stagionali per anziani, sostegno familiare per l’accesso alle case in locazione. Abbiamo risparmiato un milione di euro rispetto ai nostri predecessori!”.
Politica S.M.C.V Politica Casagiove Casagiove Cesa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.