Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Digestore anaerobico a Santa Maria Capua Vetere, Mastroianni attacca la giunta: ‘Giocano allo scaricabarile’

17 / 10 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“L’Amministrazione comunale di sinistra MattucciDi MuroStellato, oltre a non riuscire ad essere interlocutore politico di nessuna istituzione sovracomunale, non riesce nemmeno ad intendere che l’Ente che ha parlato del digestore anaerobico a Santa Maria Capua Vetere non è certo la Regione ma è la Provincia di Caserta”.  È quanto afferma il coordinatore PdL di Santa Maria Capua Vetere Salvatore Mastroianni sul caso del digestore anaerobico. “Questo modo di far politica di tutte le componenti dell’amministrazione di Di Muro, Pd, Rinnovatori di Mattucci, Socialisti di sinistra e cosiddette associazioni, è probabilmente teso ad alimentare una evanescente confusione nel quadro politico cittadino per tentare di far apparire che tutte le forze politiche sono uguali. Negli ultimi venti anni la nostra città è stata continuamente amministrata e penalizzata da amministrazioni comunali costantemente di centro sinistra, i cui massimi esponenti, a cominciare da Giuseppe Stellato del PD e Nicola Leone del PSI ancora oggi siedono al fianco di Biagio Di Muro e di Dario Mattucci e sono esattamente gli stessi signori che agli inizi degli anni 2000 stravedevano per l’allora intoccabile Governatore campano Antonio Bassolino, vero grande responsabile del disastro ambientale regionale. Pertanto il simpatico tentativo di giocare allo “Scaricabarile delle Responsabilità” tra Comune e Regione Campania, non solo risponde ad alcun requisito di concretezza, ma lascia assolutamente il tempo che trova soprattutto in quanto viene fatto dalle stesse forze politiche e sociali che sostengono un’amministrazione cittadina, confermando in questo modo l’incapacità politica di essere interlocutore rispetto agli Enti sovracomunali”. 
pdl santa maria capua vetere digestore anaerobico salvatore mastroianni salvatore mastroianni provincia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.