Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

DISSESTO BIS | Mentre i cittadini 'piangono', botta e risposta Marino-Cesaro

24 / 04 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Leggo di alcune dichiarazioni farneticanti rilasciate dal consigliere regionale di Forza Italia, Armando Cesaro, che attribuisce alla nostra Amministrazione le responsabilità del secondo dissesto del Comune di Caserta. Che dire: siamo di fronte ad un figlio di una dinastia del nulla che straparla e che non ha minimamente idea di cosa significhi amministrare. Questo signore non ha mai visto Caserta, non sa nulla del nostro territorio e si permette di pontificare, probabilmente imbeccato da qualche maldestro suggeritore. In merito a questo dissesto farebbe bene a chiedere al suo amico Pio Del Gaudio, vero artefice di tale incresciosa situazione. Inoltre, consiglio ad entrambi di studiare, viste le imbarazzanti dichiarazioni rese in questi ultimi giorni”.

A dichiararlo è il sindaco di Caserta, Carlo Marino, che risponde ad un twitt del Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro, commentando la presa d’atto del Consiglio comunale di Caserta del dissesto finanziario del Comune: “Tra infrazioni, mancata lotta all’evasione tributaria e superficialità politica a Caserta è dissesto finanziario: ancora una volta cittadini e imprese pagano l’incapacità di un’amministrazione di centrosinistra”. 

Nel pomeriggio anche il comitato cittadino di Forza Italia Caserta, a margine del Consiglio comunale del dissestoi:"Dal Consiglio comunale di questa mattina è emersa un'unica certezza: Caserta merita di più rispetto ad un modo di amministrare la città che, indipendentemente dai colori politici, finora ha portato a due dichiarazioni di dissesto. Il comitato cittadino di Forza Italia condanna e prende le distanze dall'atteggiamento superficiale e irresponsabile che ha visto il culmine nella bocciatura del Piano di Risanamento, inadeguato ed inattendibile a giudizio della stessa Corte dei Conti. L'Amministrazione Marino avrebbe potuto rafforzare l'autonomia finanziaria dell'Ente intervenendo sull'evasione tributaria e  sull'assetto amministrativo. Ha scelto di perseguire una strada diversa e di questo se ne assumerà la responsabilità".

 

 

dissesto bis carlo marino armando cesaro
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.