Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Donna ammazzata nel suo appartamento. Ecco in che direzione stanno andando le prime indagini

31 / 10 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Si indaga per omicidio a Cervino dopo il ritrovamento nel pomeriggio del cadavere di una donna all'interno di un'abitazione di via Carmiano. Aveva poco più di 40 anni ed era ucraina e frequentava ogni tanto questa casa che era stata fittata ad un extracomunitario molto conosciuto in zona, che non si vedeva più da alcuni giorni.

A dare l'allarme sono stati alcuni residenti che hanno chiamato i vigili del fuoco per via della puzza che fuoriusciva da questa casa, che aveva tutte le finestre chiuse, barricate dall'interno. I pompieri hanno dovuto sfondare la porta e davanti a loro hanno trovato una scena raccapricciante, il cadavere della donna sul pavimento in stato di decomposizione. Sul posto sono intervenuti gli uomini della scientifica e la polizia di Maddaloni. 

E' possibile che la donna sia stata centrata da una revolverata, queste le prime indiscrezioni giunte da Cervino, anche la dinamica lo lascia pensare. Il cadavere è stato portato via dalla casa di via Carmiano attorno alle 20 e 15, direttamente a Medicina Legale a Caserta. Cervino nelle ultime settimane è stato teatro di una quindicina di furti in appartamento, non tutti denunciati.

Colpi mirati e non effettuati da ladri di galline, ma spedizioni precise con bottini di valore, sempre nel tardo pomeriggio o in prima serata. Quasi come se gli incursori conoscessero bene le abitudini delle loro prede. Visitate alcune abitazioni di via Galatina, via Monsignor Pascarella e via Ponte Grotta. Un giro strano in generale dietro il quale potrebbero esserci proprio degli extracomunitari, ben radicati sul territorio, proprio come l'affittuario della suddetta casa, che potrebbero aver agito anche su commissione.

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.