Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Donne uccise a Castel Volturno, sopralluogo nella villetta degli orrori col fratello e lo zio delle vittime

28 / 12 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


 

E' stato eseguito questa mattina un accertamento tecnico non ripetibile nella villetta di Castel Volturno dove vennero trovati i corpi, il 13 novembre scorso, di Elisabetta Grande e Maria Belmonte, madre e figlia, scomparse nel maggio del 2004. Il pm della procura di Santa Maria Capua Vetere, Silvio Marco Guarriello, ha inviato sul luogo il suo consulente, l'antropologo forense Francesco Introna, pugliese di origine, insieme ai consulenti della difesa e del fratello della Grande, Tiziana Minnini e Maurizio Saliva. Principale sospettato della morte delle due donne e' Domenico Belmonte, padre e marito delle vittime, accusato dalla magistratura di aver ucciso e occultato i corpi per otto lunghi anni. L'uomo, ex dirigente del settore sanitario del carcere di Poggioreale, e' stato scarcerato venti giorni fa per mancanza di esigenze cautelari. Il sopralluogo di oggi, a cui ha preso parte anche il fratello e zio delle vittime, Lorenzo Grande, e l'avvocato difensore di Domenico Belmonte, Giancarla De Stavola, e' durato oltre sei ore.

donne uccise elisabetta grande maria belmonte sopralluogo sopralluogo castel volturno
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.