Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Donne uccise e sepolte a Castel Volturno, il Riesame scarcera Belmonte

07 / 12 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E' stato scarcerato dal Tribunale del Riesame Domenico Belmonte, l'ex direttore sanitario del carcere di Poggioreale arrestato nelle scorse settimane con l'accusa di avere ucciso nel 2004 la moglie Elisabetta Grande e la figlia Maria. I corpi delle donne erano stati ritrovati circa un mesa fa sepolti sotto il garage della villetta di Castelvolturno dove la famiglia abitava. I difensori ddi Belmonte hanno sostenuto, nella richiesta di scarcerazione, che non sussistono ne' i gravi indizi di colpevolezza ne' le esigenze cautelari. Il medico, sottolineano gli avvocati Carlo De Stavola e Rocco Trombetti, non si e' mai allontanato dalla sua abitazione, neppure dopo che, lo scorso ottobre, i giornalisti della trasmissione ''Chi l'ha visto?'' gli hanno fatto domande sulla moglie e sulla figlia; non avrebbe avuto neppure di che pagarsi la fuga, dal momento che non ha mai fatto richiesta di ottenere la pensione e ha vissuto finora con il denaro della liquidazione. Infine, sottolineano i legali, non ha mai modificato lo stato dei luoghi ne' avrebbe, ovviamente, potuto reiterare il reato. Quanto agli indizi, per De Stavola e Trombetti nel fascicolo ci sono solo ''sospetti'', mentre sulla vicenda permangono anomalie che si sta cercando di chiarire con l'aiuto dei consulenti. Due le principali: nessuno ha mai sentito un cattivo odore provenire dalla villetta e accanto agli scheletri di Maria ed Elisabetta non c'erano i capelli, che si decompongono molto lentamente. L'ipotesi della difesa e' dunque che le due donne siano state in un primo momento sepolte altrove e solo in una seconda fase siano state trasportate nella casa di Castel Volturno, all' insaputa del dottor Belmonte. I telespettatori di 'Chi l'ha visto?' erano stati colpiti in particolare da un'intervista al fratello dell'indagato, che aveva mostrato un armadietto pieno di farmaci e aveva ipotizzato che le due malcapitate fossero state soppresse appunto con la somministrazione di medicinali. Nel fascicolo ci sono infatti due telegrammi nei quali il fratello invita il dottor Belmonte a ''confessare'': ma i giudici, sottolinea la difesa, probabilmente non ne hanno tenuto conto poiche' l'uomo ha problemi psichici e ha interrotto i rapporti con il fratello molti anni fa. Il dottor Belmonte, hanno spiegato gli avvocati, e' stato condotto in una localita' che non sara' rivelata per garantire al loro assistito la tranquillita': e' molto provato anche perche' dal giorno dell' arresto ha vissuto in una ''cella liscia'' del carcere di Santa Maria Capua Vetere priva di televisore e di acqua corrente

omicidio donne sepolte in casa castel volturno domenico belmonte domenico belmonte direttore carcere poggioreale
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.