Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Due componenti dell`associazione antiracket pagavano il pizzo ai Casalesi

05 / 06 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Figurano anche due ex componenti di un'associazione antiracket dell'agro aversano tra le vittime dei tentativi di estorsione accertati dai carabinieri del reparto territoriale di Aversa. Due commercianti che, alle reiterate richieste di 'pizzò da parte degli estorsori dei Casalesi, hanno risposto con minacce di denuncia. Segnalazioni poi presentante ai carabinieri. Grazie alla loro collaborazione, infatti, i militari dell'Arma hanno potuto documentare con servizi di intercettazione e di appostamento cinque tentativi di estorsione. Prove che hanno consentito alla DDA di procedere all' attività di repressione culminata con l'operazione anti-pizzo di oggi, al termine della quale sono finiti in carcere dieci affiliati alla fazione «Schiavone» dei Casalesi dediti alle estorsioni nella zone dell'agro aversano.
Caserta Cronaca Aversa San Felice a Cancello San Felice a Cancello Santa Maria a Vico
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.