Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Due attentati in 10 giorni, Zoccola: «Sono disgustato. Sto pensando anche di andar via...»

02 / 02 / 2015

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Due attentati nel giro di 10 giorni. Due bombe fatte esplodere nei pressi dell'abitazione del vice sindaco di Mondragone Benedetto Zoccola a scopo intimidativo. Il secondo questo, quello avvenuto domenica sera, ancora più grave perché arrivato al termine di una giornata in cui Mondragone era scesa in piazza proprio per manifestare la propria vicinanza a Benedetto Zoccola e per dire «No alla camorra». Ma alle 21,53 del 1 febbraio l'incubo si è materializzato nuovamente.

Vice sindaco Zoccola, come sta innanzitutto.

«Sono giù moralmente e, naturalmente, preoccupato per quello che è accaduto. E sono anche disgustato per quello che avviene nella mia terra, dove, nel 2015, un cittadino ancora non si può sentire libero».

Eppure da Mondragone era partito un bel segnale: la marcia contro la camorra, quel gesto di vicinanza nei suoi confronti…

«Infatti. Quando nel tardo pomeriggio di domenica sono tornato a casa stavo meglio, soprattutto dal punto di vista morale. Ero tranquillissimo. Fino alle 21,53, quando sono di fatto tornato a dieci giorni prima…».

Come si può andare andare avanti in questa situazione?

«Le dico la verità: in queste condizioni è molto difficile, sto facendo tante valutazioni».

Sta pensando di lasciare la politica? O addirittura Mondragone?

«Ci ho pensato. Per ora non escludo nulla».

In provincia di Caserta la camorra sembrava essere sconfitta…

«A Mondragone c'è ancora un gruppo di persone che ha ancora difficoltà ad usare la parola camorra, non so se partito preso o appartenenza. Si cerca ancora di mascherarla. Ma questi sono chiari fenomeni camorristici. E' stato fatto tanto dalle forze dell'ordine, ma la battaglia ancora non si è conclusa».

Si pente di aver denunciato la camorra in passato?

«No, assolutamente. Ed ai ragazzi di Mondragone dico che bisogna denunciare. Io lo continuerò a fare fin quando avrò la voce. Sul territorio si è seminato bene e sono convinto che i criminali hanno le ore contate».

mondragone benedetto zoccola intervista attentato testimone di giustizia bomba
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.