Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Ebola, colpito anche un missionario spagnolo. Sarà trattato con un metodo sperimentale

10 / 08 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il trattamento sperimentale ZMapp contro il virus Ebola, finora applicato solo a due cittadini americani infettati in Liberia, e' giunto ieri a Madrid, dove e' stato appena ricoverato il missionario spagnolo Miguel Pajares. Lo ha annunciato il ministero della Salute spagnolo. "Dopo che l' Agenzia spagnola del farmaco ha autorizzato l'importazione in via eccezionale del medicamento - precisa una nota del ministero - lo ZMapp e' arrivato all'ospedale Carlos III dove e' ricoverato il sacerdote di 75 anni". L'uomo, molto indebolito dalla malattia, e' giunto in Spagna a bordo di un aereo militare medicalizzato in compagnia di una suora, i cui test hanno dato finora risultato negativo. Lo ZMapp, prodotto da un laboratorio privato statunitense e finora sperimentato solo sugli animali, ha potuto essere introdotto in Spagna grazie a una legge che permette "l' introduzione di medicamenti non autorizzati in caso di pericolo di vita e impossibilita' di cure alternative". Si tratta di un cocktail di tre anticorpi detti "monoclonali", capaci cioe' di riconoscere le cellule infettate dal virus e di scatenare una reazione immunitaria. Frutto di oltre 10 anni di ricerche, il siero, sviluppato inizialmente sui topi in laboratorio e reso compatibile agli umani, ha permesso di proteggere il 100 % di primati trattati un'ora dopo essere stati esposti al virus Ebola.

mondo ebola virus quanti contagiati europa italia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it