Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ASI BEACH | Velardi firma un' altra chiusura di un impianto per lo stoccaggio di rifiuti pericolosi

31 / 07 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"E due! Sto firmando una nuova ordinanza di chiusura di un impianto per lo stoccaggio di rifiuti pericolosi e non pericolosi attivo a Marcianise. Già stasera l'ordinanza verrà notificata, intanto sento l'obbligo di avvertire i miei concittadini su quella che ritengo una vicenda di straordinaria gravità". 

Con queste porole affidate come al solito a facebook, il sindaco di Marcianise, Antonello Velardi, chiude ad horas un' altra azienda 'pericolosa' (dopo la LEA ndr).

"L'azienda che chiude i battenti è la Ecopartenope ed è ubicata nell'area industriale di Marcianise. Nel passato è stata oggetto di importanti inchieste della magistratura. Ora è nelle mani di un amministratore di Frattamaggiore. Tratta rifiuti di tutti i tipi, aveva addirittura chiesto l'ampliamento, contro cui ci siamo opposti in modo intransigente.

La chiusura ad horas fa seguito a due allarmanti comunicazioni, di Arpac e Vigili del Fuoco. L'Arpac ha riscontrato anomalie gravissime: nel capannone erano stoccati rifiuti in quantità 11 volte superiore a quella consentita. Ripeto: 11 volte! E molti rifiuti erano privi di matrici: non si capisce che roba è e perché si trova lì. I Vigili del fuoco hanno trovato impianti antincendio o danneggiati o incompleti, comunque non funzionanti per i volumi stoccati.

Dieci giorni fa abbiamo chiuso la Lea, ora Ecopartenope. Resto sempre di più senza parole. Che cosa c'è davvero a Marcianise? Perché nella sola zona industriale ci sono ben 36 impianti per il trattamento di rifiuti? Ripeto: 36! Chi c'è dietro questo business? Da chi sono appoggiati questi imprenditori che vogliono ucciderci con le loro industrie inquinanti? Chi li ha protetti?

Stasera è in corso una manifestazione pubblica a Caivano contro il biocidio dei nostri territori. C'è anche una delegazione del Comune di Marcianise, guidata dall'assessore Cinzia Laurenza. Intanto dedico quest'ordinanza a chi sta manifestando per difendere la propria vita. A loro la massima vicinanza. Noi siamo in campo con i fatti, con il coraggio delle nostre azioni. Avanti, senza alcun indugio!!!"

asi beach antonello velardi rifiuti marcianise
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.