Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Elettrodomestici e sostenibilità: come usarli tutelando l’ambiente

09 / 09 / 2020

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Spendere un po’ di più prima, per avere costi (e impatti) minori nel lungo periodo. La scelta di elettrodomestici efficienti dal punto di vista energetico diventa sempre più cruciale nell’economia di una famiglia e nel contributo che ognuno può dare per la salvaguardia dell’ambiente. Per questo motivo e per facilitare l’acquisto di dispositivi più adatti al fine, a partire dal 2021 si tornerà alla scala A-G per le etichette, con la sostituzione di quelle attuali in formato A-A+++. Un modo più semplice per aiutare la differenziazione e spingere le case produttrici allo sviluppo di prodotti maggiormente efficienti.

Ottimizzare i consumi e tutelare l’ambiente in casa

Il lungo periodo di lockdown ha profondamente modificato anche la concezione della casa, che dopo aver rappresentato per anni quasi un “luogo di passaggio” è tornata ad essere il fulcro delle giornate degli italiani. Una delle conseguenze di questa nuova concezione è la maggiore apertura verso nuove tecnologie che la possano rendere un ambiente ancora più comodo e funzionale, oltre che maggiormente efficiente dal punto di vista energetico. Proprio l’ottimizzazione dei consumi è uno dei punti cardine della vita domestica in ottica sostenibile: per riuscire a ridurre al minimo gli sprechi oggi è possibile provvedere all’acquisto di elettrodomestici smart, che sfruttano le potenzialità dell’IoT, andando dunque ben oltre le loro funzioni basilari.

Per quanto riguarda la cucina, la scelta migliore in termini di sostenibilità è quella con piano a induzione, insieme al forno elettrico, che se usato in maniera intelligente assicura un risparmio non indifferente azzerando gli sprechi. Considerato il costo di un piano cottura a induzione, che spesso non risulta essere alla portata di molte famiglie, sono ancora molti gli italiani che scelgono le cucine tradizionali a gas; anche in questo caso, però, è possibile fare quel passo in più in direzione della tutela dell’ambiente. Per riuscirci bisogna utilizzare il gas in maniera oculata ed evitare sprechi, ma soprattutto saper sfruttare la maggiore possibilità di scelta data dal mercato libero e optare per delle fonti green; a questo proposito può essere utile la pagina sulla fornitura di gas Wekiwi, che chiarisce diversi aspetti relativi al passaggio di gestore.

Una casa a basso impatto ambientale dovrebbe poi avere anche delle prese di corrente intelligenti (le cosiddette “smart plug”), fondamentali in quanto consentono un controllo completo dello spegnimento di impianti ed elettromestici grandi e piccoli, evitando dunque i classici dispositivi lasciati accesi inutilmente oppure in standby.

Frigo e congelatore: istruzioni per l’uso

Restando sempre in cucina, è importante sapere come utilizzare in modo ottimale il frigorifero e il congelatore, cioè degli elettrodomestici che per forza di cose restano accesi nella maggior parte dei casi tutto l’anno, consumando non poco.

Un primo consiglio è quello di posizionarli lontani da fonti di calore, possibilmente ad almeno 10 centimetri di distanza dal muro, in modo da rendere più semplice la ventilazione. Poi è opportuno mantenere una temperatura tra i 4 e i 6 gradi per il frigorifero e tra -15 e -18 per il freezer, evitando di farla scendere in modo eccessivo durante l’estate. Ricordarsi poi che le zone più basse sono sempre quelle più fredde (quindi più adatte alla conservazione di alimenti come carne e pesce) e che aprire e chiudere di continuo lo sportello porta a un inutile spreco di energia, facendo disperdere il freddo interno. Infine, bisognerebbe evitare di inserire alimenti ancora caldi sia in frigo sia nel congelatore: per evitare sprechi può bastare avere un po’ di pazienza e attendere che questi diventino almeno tiepidi.

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.