Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ELEZIONI Accordo Zinzi-De Filippo. La coalizione di Petrone pronta ad andare con Razzano: intesa con la regia di Velardi

29 / 04 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


A poco più di 10 giorni dalla presentazione delle liste, a Maddaloni è sempre più caos politico. Ad alimentare ulteriormente confusione è il neo coordinatore di Forza Italia, Gianpiero Zinzi e la sua politica dello doppio forno, cavallo di battaglia politica della dinastia Zinzi. 

Mentre da un lato fa credere a Petrone, ma soprattutto al suo ex riferimento e portatore di voti alle ultime elezioni regionali ed ex Presidente del consiglio dell’amministrazione De Lucia, Giacomo Lombardi ed ai candidati della lista di Forza Italia, di indirizzarsi nella collocazione più naturale (coalizione Petrone), dall'altro lato si accorda con Andrea de Filippo per un futuro sostegno alle prossime elezioni politiche. A rafforzare ciò è l'incontro tenutosi proprio venerdì tra Zinzi junior e l'ex consigliere Antonio De Rosa, che da pochi giorni ha deciso di sostenere, con Enzo Lerro, Andrea De Filippo nella corsa verso il ballottaggio.  Oggetto dell'incontro è la possibile fusione tra la lista Maddaloni Futura ed una parte dei candidati della lista di Forza Italia (finora hanno sottoscritto la lista l' ex assessore di riferimento del sindaco De Lucia, D’Alessandro, Michele Massaro, Franco Merola, Carfora-Caturano, Salvatore Mataluna e nelle prossime ore Giuseppe Magliocca). 

La risposta non si è lasciata attendere da parte del vero animatore della coalizione di Petrone, Giacomo Lombardi, che si dice pronto a sostenere la coalizione di Peppe Razzano, pur di non farsi decapitare ancora una volta dal suo ex riferimento Gianpiero Zinzi. A Petrone & Co andrebbe il vice sindaco e due assessorati pesanti. Velardi e Mirabelli proprio nei giorni scorsi avevano già paventato questa ipotesi pur di chiudere la partita e vincere al primo turno, rifiutata però da Lombardi che immaginava un accordo con Forza Italia e quindi la possibilità di giocarsi la partita sindaco, passando per il ballottaggio.

La prossima risposta di Zinzi? Giocare a “palla corta” con i candidati, i quali chiedono a gran voce di ufficializzare il sostegno verso un candidato sindaco, nel frattempo lui tesse la tela che possa portare dei vantaggi politici personali.  Zinzi padre docet: “Divide et impera”

maddaloni elezioni gianpiero zinzi andrea de filippo claudio petrone peppe razzano
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it