Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

BALLOTTAGGIO Marino: "No apparentamenti ufficiali. So dove sono gli elettori di Speranza"

07 / 06 / 2016

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nessun apparentamento ufficiale, ma un'idea convinta: quella di riuscire a convincere l'8% di elettori di Speranza per Caserta a votare per Carlo Marino. E' questa l'idea rappresentata questa mattina dal candidato sindaco del Pd nel lanciare la campagna elettorale per il ballottaggio insieme ai rappresentanti della sua coalizione (Enrico Tresca e Franco De Michele del Pd, Edgardo Ursomando dei Verdi, Pasquale Corvino di Centro Democratico, Lello Menditto per Energie Casertane, Luigi Bosco per Terra Libera, Alfonso Piscitelli per Democratici per Caserta, Pietro Riello per Caserta Popolare). "Oggi già abbiamo 17 consiglieri certi in aula e questa è già una grande vittoria - sottolinea Marino - che fa capire come quello alla nostra coalizione sia l'unico voto utile al ballottaggio dato che il mio competitor non avrebbe i numeri. Ora però partiamo da zero e zero e dobbiamo mobilitarci tutti, a partire dai candidati, anche quelli non eletti, perché per loro ho un grande progetto di partecipazione alla macchina amministrativa". Marino afferma di non aver paura che una parte dei voti di Apperti (quelli 'contro Marino' a prescindere) possano andare su Ventre: "Ho troppa stima dell'elettorale di Speranza per aspettarmi che possa accadere una cosa del genere". Ed aggiunge: "Io so dove sono gli elettori di Speranza, sono nel centro storico e nel rione Acquaviva. E' da lì che dobbiamo ripartire per dare risposte anche a loro". E sulla possibile giunta post vittoria afferma: "Sarà composta da 8 eccellenze che faranno volare Caserta". In vista del ballottaggio afferma che "non ci saranno apparentamenti ufficiali, ma se ci saranno opportunità di collaborazione con altri candidati, soprattutto su alcuni temi, non ci tireremo indietro".

Nel corso dell'incontro il segretario del Pd Enrico Tresca si è detto "felice del risultato ottenuto" ma ha ammesso di essere conscio che "una parte di quelli che hanno votato la lista del Pd non ha votato Carlo Marino: "E su questo che il partito deve ancora lavorare". E' sembrato invece chiedere quasi maggior rispetto Alfonso Piscitelli, animatore della lista Democratici per Caserta sul ruolo delle civiche: "E' grazie a questi gruppi che oggi Marino porta a casa un risultato importante. Quello che è mancato sono proprio i partiti. Per questo credo che sia giunto il momento di creare una classe dirigente migliore". Un augurio speciale a Marino è poi arrivato da Menditto: "Faccio campagne elettorali da quando avevo 16 anni. Oggi sono anziano, ma spero di vincere anche quest'ultima campagna elettorale della mia vita".

caserta carlo marino ballottaggio apparentamenti candidati accordi
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.